Mollette da bucato, a cura di Giulio Iacchetti - Credits: La Triennale
Mollette da bucato, a cura di Giulio Iacchetti - Credits: La Triennale
Mollette da bucato, a cura di Giulio Iacchetti - Credits: La Triennale
News

Mollette da bucato in mostra alla Triennale

Il prossimo 12 ottobre va in scena alla Triennale di Milano una mostra che celebra un oggetto tanto semplice quanto utile, la molletta da bucato. Curata dal designer cremonese Giulio Iacchetti, l’esposizione presenta una panoramica delle diverse variazioni formali, materiche e funzionali realizzate nel corso della storia.

Si passa dalla prima molletta in legno inventata da David M. Smith nel 1853 a sviluppi più elaborati non solo nella soluzione morfologica, ma anche in quella funzionale, come la molletta progettata dalla coppia brasiliana Marcela Albuquerque e Taciana Silva espressamente dedicata ai costumi da bagno, o la Flipper progettata da Paolo Garberoglio e Maurizio Carrara che risolve in modo definitivo il problema di mantenere appaiati i calzini sia in fase di lavaggio che di asciugatura.

La selezione di pezzi presentati esemplifica l’idea che per un unico bisogno la risposta del progettista nella storia e in diversi luoghi del mondo è sempre molteplice. Una differenziazione tale per cui l’affermazione di Enzo Mari “la forma possibile è una sola” resta ancora un obbiettivo lontano dal compiersi.