Credits: Ph. John Madere
News

Addio a Lella Vignelli

L’architetto e designer italiana Lella Vignelli è morta lo scorso mercoledì 21 dicembre all’età di 82 anni a New York, dove viveva da oltre 40 anni. La notizia della scomparsa è stata annunciata su Twitter dall’account del Vignelli Center for Design Studies.

Nata a Udine il 13 agosto del 1934, era figlia dell’architetto Provino Valle e sorella di Gino Valle. Insieme al marito, il grande grafico Massimo Vignelli, con cui era sposata dal 1957, formava una delle coppie del design più importanti di sempre. Nel 1971 avevano fondato lo studio Vignelli Associates a New York, occupandosi di design del prodotto, design d'interni, grafica e advertising.

Massimo e Lella Vignelli hanno condiviso quarant’anni di carriera collaborando con regolarità con aziende come Knoll, Poltrona Frau, Driade, Rosenthal, Ford, American Airlines, Barney’s e Bloomingdale's. Oggi il lavoro di Lella Vignelli è parte delle collezioni permanenti di prestigiosi musei come il MoMA di New York, il Cooper-Hewitt Museum, il Metropolitan Museum of Art, il Musee des Arts Decoratifs di Montreal e il Die Neue Sammlung di Monaco.

Nel 2014, poco prima della sua scomparsa, Massimo Vignelli aveva dedicato alla sua preziosissima collaboratrice, nonché compagna di vita, il libro intitolato Designed by Lella, consultabile online in pdf. Una parte del testo tradotto in italiano è apparsa sul numero 980 di Domus, è la testimonianza della meravigliosa alchimia affettiva e lavorativa del duo: «La cooperazione tra designer e architetti ha luogo quando due persone condividono una stessa base culturale e intellettuale. Una collaborazione non nasce semplicemente dall’impugnare una penna a quattro mani. Deriva dalla condivisione dell’atto creativo e dall’esercitare una critica produttiva che si riflette sul prodotto finito. […] Lella e io siamo stati collaboratori e amanti, una coppia di professionisti sposati per oltre mezzo secolo. Fin dall’inizio, il nostro rapporto è stato cementato da un’uguale passione per l’architettura e il design. Fin dall’inizio, Lella aveva una forte sensibilità visiva e una chiara comprensione dei nostri progetti».

Products
Maiorca con le scarpe
Places
Vino e design: Cantina Le Mortelle
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi