Gio Ponti, cassettiera e specchiera - Credits: La Permanente Mobili
Gio Ponti, arredi anni Venti prodoti dalla bottega Paolo Lietti e Figli - Credits: La Permanente Mobili
Gio Ponti, 1958 - Seconda Selettiva - Credits: La Permanente Mobili
Gio Ponti, tavolo da pranzo - Credits: La Permanente Mobili
Libreria fine anni Quaranta, produzione canturina Simun - Credits: La Permanente Mobili
News

Gio Ponti e Cantù

Arredi, documenti, fotografie e riviste d’epoca. La mostra Gio Ponti e Cantù. 1923-1973, allestita presso La Permanente Mobili, è un omaggio al lavoro di Gio Ponti e non solo.

Dal 30 settembre al 22 ottobre, con la curatela di Tiziano Casartelli, l’esposizione esplora il rapporto di collaborazione tra designer di primo piano come Gio Ponti, Franco Albini, Tomaso Buzzi, Michele Marelli, Emilio Lancia, Paolo Buffa e Luigi Daneri con alcune delle importanti aziende canturine, dagli anni Venti al secondo dopoguerra.

Non solo, la mostra si concentra in particolare sul ruolo svolto da Ponti tra il 1954 e il 1959 nella nascita e nell’affermazione della Selettiva del Mobile. Tra gli altri, sono esposti l’armadio di Gio Ponti presentato alla Selettiva del 1957 e una cassettiera progettata nel 1959, ricostruiti per l’occasione da tre aziende canturine, così come il divano di Franco Albini presentato nel 1930 alla IV Triennale e la toilette di Paolo Buffa presentata nel 1927 alla Terza Biennale di Monza.

Ad accompagnare l'esposizione è la pubblicazione del volume omonimo Gio Ponti e Cantù. 1923-1973, a cura di Tiziano Casartelli per Edizioni Cantorium.

Places
MUT, un nuovo spazio per l’arte contemporanea
Places
China National GeneBank: l’Arca che ci metterà in salvo
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi