Credits: Saal. Photo Lupi Spuma
Credits: Marlène Huissoud
Credits: crafting plastics! studio Photo Lupi Spuma
Credits: Photo Simone Sandahl
Credits: Mischer'traxler. Photo Lupi Spuma
Credits: Marlène Huissoud. Photo Lupi Spuma
Credits: Destroyers Builders. Photo Lupi Spuma (a sinistra) - Charlap Hayman Herrero + Calico Wallpaper. Photo Matthew Johnson
News

Walden, la nuova mostra (online) di Schloss Hollenegg for Design

valentinasilvestrini

Le sale barocche del castello austriaco sede della Schloss Hollenegg for Design sono temporaneamente chiuse al pubblico. Una misura necessaria, in linea con le prescrizioni per il contenimento della pandemia, che tuttavia non sta ostacolando lo svolgimento della mostra annuale promossa dall'istituzione fondata da Alice Stori Liechtenstein. Walden, questo il titolo del progetto espositivo messo a punto per il 2020, ha sposato la dimensione digitale divenendo fruibile a chiunque, indipendentemente dalla collocazione geografica.

Fino al 31 maggio, il sito ufficiale della Schloss Hollenegg for Design acquisisce la forma di piattaforma espositiva: il doppio virtual tour in 3D, accessibile a tutti, consente di scoprire i lavori sviluppati da una ventina di designer emergenti, di consultare dettagliate schede informative e di spostarsi tra gli ambienti della sofisticata dimora, allestiti per l'occasione. Una soluzione tecnologica, e ad alta definizione, per una mostra concepita come un invito a concentrare l'attenzione sul lato indomito e tenace della natura.

«È il momento di riportare la natura nella nostra vita di tutti i giorni», spiega il brief di Walden, che analizzando la narrazione prevalente sulla crisi ambientale avanza una lettura peculiare. E se alle 'cure miracolose' e alle modifiche nette (e, spesso, dolorose) degli stili di vita individuali fosse possibile affiancare un'altra via? 

«Forse, per trovare la soluzione, dobbiamo prima smettere di vedere la natura come un giardino da domare o proteggere. Dobbiamo abbracciarne il lato selvaggio...» Una visione curatoriale alla quale i designer, alcuni dei quali in residenza nella Schloss Hollenegg for Design, hanno risposto con una pluralità di prodotti: dalla 'finestra site-specific', formata da un telaio ligneo provvisto di fogli in bioplastica del duo Crafting Plastics! Studio, alla Off-grid Lamp sviluppata dall'austriaco Klemens Schillinger, fino al tappeto completamente annodato a mano in Nepal da maestranze tibetane in cui Marlène Huissoud - designer appassionata di insetti, nata in una famiglia di apicoltori -, celebra l'importanza di cicale, api e altre specie.

Presenze date troppo di frequente per scontate, che ricoprono un ruolo fondamentale per l'equilibrio degli ecosistemi.