Movimento - Camp Design Gallery - Credits: Foto: opfot
Movimento - Camp Design Gallery - Credits: Foto: opfot
Movimento - Camp Design Gallery - Credits: Foto: opfot
Movimento - Camp Design Gallery - Credits: Foto: opfot
Movimento - Camp Design Gallery - Credits: Foto: opfot
News

Le reti della sperimentazione alla Camp Design Gallery di Milano

Nel dizionario italiano, tra i significati di Movimento si può trovare questa definizione: “qualsiasi fenomeno di aggregazione e mobilitazione degli individui che, a seguito di cambiamenti socio-economici, sviluppano una coscienza della propria identità di gruppo sociale e si impegnano attivamente per un cambiamento della propria condizione o del sistema politico stesso.”

Parte da qui il progetto espositivo Movimento, in scena alla Camp Design Gallery di Milano dall'8 novembre al 20 dicembre 2019.

Curato dallo studio La Cube e da Salvatore Peluso, raccoglie i lavori di nove designer internazionali - tre di Milano, tre di Eindhoven e tre di Madrid – creando un network di professionisti che vuole far luce sulle pratiche più sperimentali del design e sui progetti liberi dalle logiche industriali.

Poste in dialogo tra loro, le opere dei nove designer - Andrés Izquierdo, Elissa Lacoste, Inés Sistiaga + Lucas Munoz, La Cube, Matteo Pellegrino, Parasite 2.0, PLSTCT, Shahar Livne e Tellurico – concretizzano lo scambio di idee nato dall'iniziativa dei curatori. Perché più che una mostra, Movimento vuole essere una piattaforma collaborativa dedicata ai designer indipendenti. Un momento – lontano dal caos del Fuorisalone – per far incontrare designer e artisti internazionali e promuovere la contaminazione di visioni alternative.