Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il bar del MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il bar del MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il bar del MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
Credits: Il bar del MEF - Museo Ettore Fico di Torino (©bg)
News

Il Museo Ettore Fico riceve il premio Architetture Rivelate

Laura Barsottini

Duemila metri quadri di cui più della metà espositivi non sono l'unica caratteristica del Museo Ettore Fico di Torino, inaugurato in via Cigna nel settembre scorso. Il progetto dell'architetto Alex Cepernich, infatti, ha ricevuto il riconoscimento della dodicesima edizione di Architetture Rivelate, il premio ideato dall'Ordine degli Architetti di Torino con il quale si è chiuso sabato 4 luglio il festival Architettura in Città per varie motivazioni. La principale si basa, riporta lo stesso sito del premio, "sulla chiarezza degli spazi espositivi interni risolti con dettagli semplici e interessanti, anche in ragione delle risorse dichiarate. L'edificio inoltre si propone come stimolatore di nuova vivacità culturale in un contesto caratterizzato da scarsa identità".

Giocato su linee purissime e utilizzando le severe cromie del cemento accostato al bianco assoluto che fanno da contrasto alla facciata in metallo concepita come un monolite nero di grandissime dimensioni, metafora della lavagna da riempire, il museo si sviluppa su più livelli e con un percorso espositivo circolare di una nitidezza persino disarmante. Il primo livello è dedicato a mostre monografiche di grandi maestri o collettive a carattere storico didattico; il secondo a progetti con artisti contemporanei e il terzo al dialogo con differenti discipline artistiche.

Un secondo fabbricato ospita l'area ristorazione al piano terreno e gli uffici della Fondazione al primo piano. Il bar-bistrot merita una menzione particolare per via del bianco totale su cui si stagliano sorte di installazioni rosso fuoco. Infine, il book-shop privilegia arredi bassi e trasparenze sdrammatizzanti.

Products
Cinque sveglie che hanno fatto la storia design
Products
Biciclette elettriche: due modelli smart e di design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale