Prototipo per una maschera di Alain Mikli, 1989 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Maschera da sci in policarbonato, Bolle, 1980 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali da sole in plastica, Pierre Cardin, 1960 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali trasparenti con tergicristalli e luci, 1980 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali da vista di Benjamin Martin, 1756 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali da sole con catenina, 1960 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Ventaglio con lente al centro, 1900 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali in tartaruga del XIX secolo - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali cinesi ripiegabili con custodia, XVIII Secolo - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali pieghevoli in oro, XIX Secolo - Credits: Ph. Eli Bohbot
Binocoli da teatro realizzati come bottiglie di profumo, 1880 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali da sole in plastica, Pierre Cardin, 1960 - Credits: Ph. Eli Bohbot
Occhiali in osso realizzati dagli Inuit per proteggersi dal riverbero della neve - Credits: Ph. Eli Bohbot
Binocoli del XIX secolo - Credits: Ph. Eli Bohbot
Sfera di cristallo, XIX Secolo - Credits: Ph. Eli Bohbot
Bozzetto di Daniel Gaultier per Pierre Cardin
Bozzetto di Daniel Gaultier per Pierre Cardin
Bozzetto di Daniel Gaultier per Pierre Cardin
Bozzetto di Daniel Gaultier per Pierre Cardin
Bozzetto di Daniel Gaultier per Pierre Cardin
News

Occhiali di design in mostra al Design Museum Holon

C’è chi ci vede come un’aquila e chi ogni mattina, come primo gesto della giornata, infila gli occhiali.

Per qualcuno sono una vera noia, mentre per qualcun altro un accessorio di stile immancabile. Ciò non toglie che gli occhiali rappresentino una delle invenzioni più importanti della storia umana, che il Design Museum di Holon ha deciso di celebrare con una grande mostra che inaugura il prossimo 20 dicembre.

Dal titolo Overview, ripercorre le tappe storiche dell'occhiale dal XVII secolo ad oggi, esplorando le diverse culture e l'evoluzione delle tecnologie, spaziando dagli antichi strumenti per la misurazione della vista fino ad arrivare alla realtà virtuale.

Il percorso espositivo è curato da Maya Dvash, Chief Curator del museo israeliano, e si articola in due sezioni. I cinquecento metri quadrati della Upper Gallery ospitano i 400 pezzi provenienti dalla corposa serie di Claude Samuel, noto collezionista che ha raccolto oltre 1300 pezzi, tra occhiali e oggetti legati al mondo dell'oculistica.

In mostra ci sono numerosi occhiali di design, autentiche rarità appartenute a Elton John e John Lennon, antichi occhiali in osso realizzati dagli Inuit per proteggersi dal riverbero della neve, bozzetti di occhiali per la Maison Pierre Cardin, monocoli e occhiali a forbice del Settecento indossati dall’aristocrazia francese.

La seconda sezione della mostra, ospitata nella Lower Gallery, presenta invece una selezione di opere realizzate da 50 designer israeliani provenienti da diversi campi: moda, design, gioielleria, tessile e architettura.

La mostra sarà visitabile fino al 29 aprile 2017.

Products
Noordung Angel Edition, la bici elettrica superlusso
News
Biennale di Istanbul: l'Umanità al centro del progetto
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”