Salone Vanvitelliano - Credits: Ph. Steve Bisgrove
Auditorium della Tecnica, Confindustria - Credits: Ph. Renato Franceschin
Officine Zero - Credits: Ph. Francesco Cicconi
Piramide Cestia
Palestra del Duce - Credits: Ph. Paolo Pedinelli
Bilblioteca Hertziana
Contemporary Cluster
Villino della cooperativa la Quercia - Credits: Ph. Marco Biuzzi
News

La settima edizione di Open House Roma

Dopo Milano è il turno di Roma, che quest’anno ospita la settimana edizione di Open House Roma, appuntamento gratuito per conoscere edifici storici, architetture contemporanee e più in generale quei luoghi di eccellenza della città abitualmente non accessibili.

Il weekend del 12 e 13 maggio si potranno visitare residenze, palazzi, istituzioni, zone archeologiche e studi creativi abitualmente per un totale di 200 siti suddivisi in 5 aree tematiche: città della conoscenza - attraversare la storia - architettura del quotidiano - abitare - factory e produzione creativa.

«Questa settima edizione di OHR sarà dedicata al Fattore Umano», spiega il direttore Davide Paterna. «Open House Roma esiste ed è resa possibile grazie alla partecipazione di centinaia tra progettisti, volontari, “militanti culturali” che lavorano con noi: il nostro fattore umano, che abbiamo omaggiato attraverso una nuova campagna fotografica pensata per raccontare le architetture e le persone che le animano. L’architettura da sempre disegna i luoghi dove viviamo e interagiamo con gli altri e dove si formano le comunità. Per questo abbiamo voluto evidenziare il valore del fattore umano come elemento centrale che sottende alla progettazione, alla realizzazione, alla cura e all’uso delle architetture selezionate per questa edizione».

Tra i siti di interesse da visitare si segnalano gli scavi archeologici dei Castra Praetoria della Biblioteca Nazionale, la sede e la collezione d’arte della Fao, la cabina dell’Apparato Centrale Elettrico della stazione Termini, il castello Idraulico di Fontana di Trevi, il panorama creativo della città con il cantiere di HUB dello studio It’s, la galleria d’arte contemporary Cluster all’interno del Palazzo Cavallerini Lazzaroni, il nuovo studio dell’architetto Massimo Adario e le officine Zero. Il programma completo di Open House Roma 2018 si può consultare qui.