Condominio Monti - Credits: Ph. Serena Eller Vainicher
Appartamento Massimo Adario - Credits: Ph. Omar Golli
Biblioteca Hertziana - Credits: Ph. Eljor Kerciku
Biblioteca Lateranense
Biblioteca Lateranense
Cappella delle suore della carità di Ivrea - Credits: Ph. Giorgio Pasqualini
Città dello sport vela
CIVICO ZERO - Credits: Ph. VL9
Condominio Monti - Credits: Ph. Serena Eller
Hotel Mediterraneo Piacentini
Residenza privata ai Parioli - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
We Gil Trastevere
News

Torna Open House Roma

Un weekend unico per scoprire residenze, palazzi, istituzioni, zone archeologiche o studi creativi abitualmente non accessibili. Dall’11 al 12 maggio torna Open House Roma, appuntamento imperdibile che apre le porte dei più importanti edifici della città.

All’ottava edizione, la manifestazione ruota attorno al tema Utilitas, l’aspetto che lega il progetto dello spazio al proprio uso, ai bisogni dei suoi fruitori in continuo mutamento, alle trasformazioni del contesto.

«Siamo convinti che guardare all'uso che si fa dell'architettura significhi rispondere ai bisogni urbani contemporanei: in questo senso riteniamo Utilitas un tema attuale e urgente, su cui è necessario soffermarsi», ha dichiarato Davide Paterna, direttore di Open House Roma. «L’architettura è progettata per servire l'uomo, e non viceversa. Nel recente ed acceso dibattito che ha visto Vittorio Sgarbi e alcune altre personalità della cultura schierarsi contro il progetto di Labics per il nuovo padiglione del Palazzo dei Diamanti a Ferrara, il tema dell'Utilitas era il cuore della contrapposizione: da un lato il Palazzo considerato un capolavoro assurto allo stato di opera d'arte “per l'arte”, senza Utilitas, e quindi impossibile da mutare; dall'altro, l'idea che senza Utilitas l'architettura non possa essere considerata tale, e che sottrarre alla vita urbana e ai suoi bisogni un edificio, per quanto capolavoro, significhi decretarne la sua imbalsamazione, e quindi la morte».

Il programma della kermesse include 180 siti, 50 eventi e 15 tour, tra gli altri l'incompiuta Città dello Sport a Tor Vergata, il palazzo della Civiltà Italiana sede della maison Fendi, per arrivare agli innesti del contemporaneo nel tessuto consolidato della città come la Biblioteca Hertziana e la Biblioteca Lateranense, all'architettura residenziale contemporanea di Città del Sole di Labics. Qui il programma completo.