Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Trend Soft Sophistication - Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Credits: ADAM – Brussels Design Museum
Credits: ADAM – Brussels Design Museum
News

Peter Ghyczy in mostra al Design Museum di Bruxelles

Si intitola Peter Ghyczy: 50 Years of Functionalism la prima retrospettiva personale dedicata al designer tedesco con origini ungheresi Peter Ghyczy in programma al Design Museum di Bruxelles dal 7 febbraio all’11 marzo.

Il percorso espositivo raccoglie alcuni dei pezzi più importanti della produzione di Ghyczy, tra cui sicuramente spicca la Garden Egg Chair, disegnata nel 1968.

Progettata sfruttando le potenzialità del poliuretano, che ha dominato le tendenze nel design e nella produzione negli anni Settanta, Garden Egg Chair fu pensata per l’esterno e per garantire una seduta comoda e sempre asciutta sotto la pioggia o il sole. Oggi la troviamo in alcuni dei musei più importanti del settore, come il Victoria and Albert Museum di Londra, il Design Museum di Holon e il Wende Museum a Culver City.

Ed è in occasione del 50esimo anniversario dalla nascita della celebre seduta che il Design Museum di Bruxelles presenta una mostra che traccia il percorso del designer attraverso cinque decadi di attività. Curata da Kunty Moureau, mappa le innovazioni e svela i retroscena dell’attività del progettista, tra installazioni video e una ricostruzione a grandezza naturale dell’atelier di Peter Ghyczy.

«I miei progetti nascono per essere funzionali. Si basano su soluzioni tecniche che applico in modo inedito. Provando e riprovando. In questo la tecnologia riveste un ruolo chiave. La forza della ragione pervade il mio design e spero che questa cosa possa trasparire attraverso la mostra», ha commentato il designer.

Inoltre, il 22 febbraio si svolgerà il talk aperto al pubblico intitolato In Conversation with Peter Ghyczy, moderato da Alok Nandi, autore del volume Peter Ghyczy – Designing, edito da La Charte in concomitanza della mostra.