Credits: Vitra
Credits: Vitra
Credits: Vitra
Credits: Vitra
Credits: Vitra
Credits: Vitra
Credits: Vitra
Credits: Vitra
News

Tutto su Vitra

1950: sono passati oltre sessant’anni da quando Willi ed Erika Fehlbaum fondavano Vitra, oggi vera e propria istituzione nel settore del design e dell’architettura. Traguardo che il produttore di arredi svizzero ha scelto di celebrare con Project Vitra – Design, Architecture, Communications (1950–2017), una versione allargata dell’esposizione tenutasi presso il Philadelphia Museum of Art nel 2014.

Fino al 3 settembre, a Weil am Rhein, i riflettori saranno puntati sull’universo Vitra con un percorso di approfondimento che parte dai primi anni dell’impresa a conduzione familiare fino ad arrivare ai giorni nostri, tra prodotti e oggetti, materiali storici, fotografie, disegni, grafica, filmati e modelli.

Accanto alle produzioni firmate da autori come Antonio Citterio, Jasper Morrison, Hella Jongerius e dai fratelli Ronan ed Erwan Bouroullec, la retrospettiva presenta il processo concettuale che sta alla base del complesso architettonico realizzato presso il Vitra Campus. Qui Frank Gehry ha realizzato il suo primo edificio all’esterno degli Stati Uniti: il Vitra Design Museum. E poi la stazione dei vigili del fuoco (Fire Station), primissima opera edificata da Zaha Hadid, il Padiglione per conferenze di Tadao Ando e l’iconica VitraHaus degli architetti Herzog & de Meuron, cui si aggiunge il recentissimo Schaudepot, sempre ideato dal duo di Basilea.

Storytelling
Marazzi world
Products
Master & Dynamic x Leica: cuffie premium in edizione limitata
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale