ARCHIZOOM - "NO STOP CITY Residential Parking, Climatic Universal System, Paesaggi interni e struttura teatrale continua," 1970 - I contenitori “climatizzati” della NO STOP CITY erano “arredati” con oggetti situazioni e allestimenti che stavano più dentro la cronaca che dentro l’architettura degli interni. Ridotta l’architettura a contenitore climatizzato infinito ogni organizzazione dello spazio, ogni utilizzazione degli elementi di arredo, ogni diversa modalità del vivere e abitare poteva essere accolta nella NO STOP CITY - Credits: Ph. Dario Bartolini
ARCHIZOOM - "Uno dei quattro letti, Nubifragio di rose", 1967 - Modello in scala 1:10 , con lume “arcobaleno” coperto con ritratto di Bob Dylan comodini in finto marmo collegati da tubo rotante per la diversa inclinazione dei cuscini - Credits: Ph. Dario Bartolini
ARCHIZOOM - "Grattacielo a Manhattan," 1969 - Si discuteva allora molto quale forma dovesse avere il grattacielo - Credits: Ph. Dario Bartolini
UFO - "Discoteca Bamba Issa n.2", 1970, Forte dei Marmi
UFO (Lapo Binazzi) - Lampada MGM, 1969/73
UFO - "Boutique Mago di OZ. Performance su Letto-Formaggio", 1969, Viareggio
News

Incontri Radicali al MAXXI di Roma

Tracciare una ricognizione puntuale, facendo emergere il contesto e i fatti che hanno dato origine al Radical Design.

Questa la premessa di Incontri Radicali, appuntamento ospitato dal MAXXI di Roma che accende un faro sulla storia del movimento di rottura che tra gli anni Sessanta e Settanta ha scardinato la definizione convenzionale di progetto, adottando linguaggi molteplici.

L’iniziativa è curata da Domitilla Dardi ed Emilia Giorgi e si inserisce in una stagione di rinnovato interesse per il movimento radicale da parte delle nuove generazioni di progettisti, studiosi e istituzioni. L’abbattimento delle frontiere disciplinari, l’assunzione di nuovi comportamenti sociali, sono caratteristici delle espressioni odierne in molti contesti culturali. 

In questo contesto il museo MAXXI dà voce al movimento radicale italiano attraverso le parole dei suoi protagonisti; dopo il primo capitolo inaugurato con Superstudio, Ugo La Pietra e ZZiggurat, sabato 26 novembre saranno ospiti Archizoom, Gianni Pettena e UFO.

News
L’arte del taglio
Products
The Cabin Trolley, la valigia intelligente con GPS integrato
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto