News

Realtà aumentata e virtuale a Venezia

Per tutti gli appassionati di tecnologia e architettura 1 e 2 giugno sono due date da segnare in agenda. A Venezia si svolgerà Immersive Architecture Conference 2017, la prima conferenza interamente dedicata alla realtà aumentata e virtuale organizzata in Italia. L’obiettivo della due giorni è offrire una panoramica di questi settori in continua (e rapida) evoluzione e delineare le nuove competenze per il settore del design e i nuovi modi di interazione fra discipline apparentemente distanti tra loro ma in qualche modo legate.

L’appuntamento è organizzato da CGarchitect, magazine online e community leader di settore fondati da Jeff Mottle, e da Fabio D’Agnano, direttore del MADI, il master in architettura digitale dell’Università IUAV di Venezia. «Negli ultimi due anni abbiamo assistito ad una crescita senza precedenti nell'interesse e nell’ adozione di realtà aumentata e virtuale, ma queste tecnologie presentano ancora dei territori inesplorati», spiega Jeff Mottle.  

Nel corso delle due giornate si parlerà di architettura, real estate e patrimonio culturale, e verrà esplorato l’impatto della realtà aumentata e virtuale sul design, spaziando dai grattacieli al vetro soffiato, dai musei agli yacht. Ospite d’eccezione sarà Luciana Carvalho Se, innovatrice ed evangelista tecnologica, appassionata di realtà virtuale e impegnata in una ricerca continua sulle opportunità e le sfide che le tecnologie immersive presentano per la neuroscienza, l’empatia e l’empowerment femminile.

Durante Im-Arch verrà inoltre presentato il nuovo Master dedicato all’Immersive Architecture, in partenza il prossimo ottobre all’Università IUAV di Venezia. Il programma completo della rassegna è visibile qui.