Recompose - render
Recompose - render
Recompose - render
Recompose - render
Recompose - render
News

A Seattle nasce Recompose, l’alternativa sostenibile alla sepoltura

Sempre più spesso il design amplia i suoi orizzonti contribuendo allo sviluppo di progetti che toccano tematiche come la vita, la trasformazione genetica e la morte. È il caso dello studio internazionale Olson Kundig, che sta attualmente realizzando Recompose|SEATTLE, la prima struttura al mondo in grado di trasformare i resti umani in terriccio pulito e riutilizzabile. Un'alternativa alle tradizionali sepolture e cremazioni che utilizza un ottavo dell'energia della cremazione e risparmia oltre una tonnellata di anidride carbonica a persona.

Progettata in collaborazione con Katrina Spade, fondatrice e CEO di Recompose Public Benefit Corporation, la struttura offrirà un servizio di “riduzione naturale organica” che converte i resti umani in terriccio in circa 30 giorni, aiutando così a creare nuova vita dopo la morte. Un progetto che nasce dal desiderio sempre più diffuso di essere dispersi nella natura dopo la morte.

Dall'aprile 2019, lo Stato di Washington è il primo al mondo che ha permesso tale processo. Ma il progetto dello studio Olson Kundig, guidato da Alan Maskin, è iniziato ben prima, addirittura nel 2015, quando è nata la collaborazione con Katrina Spade. Nel 2016, il team di Recompose ha completato una residenza presso l'ufficio di Pioneer Square di Olson Kundig, durante la quale è stato sviluppato il primo prototipo del servizio.

«Ci siamo chiesti come potevamo usare la natura – e il suo perfetto ciclo vita/morte - come modello per il post-mortem. Pensiamo sia un'opportunità per restituire alla terra quello che ci ha dato e per riconnetterci al ciclo della natura», ha spiegato Katrina Spade.

La struttura di 18.500 metri quadrati si svilupperà nel quartiere SODO di Seattle e accoglierà circa 75 contenitori di riduzione organica, oltre a una zona dedicata alle cerimonie, alcuni spazi per il deposito e la preparazione dei corpi, le aree amministrative e un atrio pubblico in cui viene descritto il processo di Recompose.

«La struttura sarà anche uno spazio di raccoglimento e di incontro che stimolerà un dialogo più diretto e profondo sulla morte e sulla celebrazione della vita», ha raccontato Alan Maskin.

Recompose|SEATTLE aprirà nella primavera del 2021.