Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
Oui, installazione per esterno in acciaio zincato di Ronan ed Erwan Bouroullec per la Kunsthal di Aarhus in Danimarca - Credits: Studio Bouroullec
News

Dentro i cerchi della convivialità

Milano Design Film Festival

Oui è un piccolo intervento alla Kunsthal di Aarhus in Danimarca, firmato Ronan ed Erwan Bouroullec. Sono tre sedute collettive per esterno, composte da anelli in acciaio zincato che sembrano galleggiare sopra il terreno. Uno è posto attorno a un tronco e si completa con le fronte dell’albero. Un altro è una sorta di falò contemporaneo con un camino nel suo centro. L’ultimo è un anello circoscritto da una luce. «Come un faro, le tre installazioni guidano le persone verso luoghi luminosi, caldi e accoglienti in città», spiegano i Bouroullec. «Le tre opere concretizzano il dialogo e il rapporto tra natura e persone, invitate a riposare e ad apprezzare all’ombra degli alberi le stagioni che passano». Ciascuna piattaforma è un luogo metaforico in cui riunirsi e raccoglie un simbolo ancestrale: il fuoco, la natura e la luce.

L’intervento si distingue per semplicità e sintesi di concetto, come nella più genuina cifra stilistica del duo francese. E nasce da una ricerca dei designer, trasversale ed estesa nel tempo, sulle geometrie funzionali applicabili in situazioni urbane differenti. Ricerca che è stata esposta nella mostra a cura degli stessi Bouroullec “Rêveries urbaines” a Les Champs Libres, Rennes (2016).

Da prototipi e maquette, i tre anelli hanno preso forma grazie alla volontà dell’architetto Kristine Jensen, aprendo una nuova prospettiva verso il parco dell’edificio. L’immediatezza dell’installazione è stata catturata da un piccolo video amatoriale, girato dagli stessi Bouroullec che racconta, in pochi secondi e senza interpretazioni personali, il piacere di un momento di pausa, al riparo delle foglie dell’albero, cullati dal rumore del vento.

Products
Cinque idee per arredare il balcone
Products
Una poltrona per due
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Il nuovo showroom Marazzi a Lione

Il nuovo showroom Marazzi a Lione

Uno spazio espositivo di oltre 400 metri quadrati che va a sommarsi alle aperture di Parigi e Le Cannet
Le radici e le ali di Antonio Aricò

Le radici e le ali di Antonio Aricò

Durante la Design Week, il designer calabrese presenterà un documentario sul legame tra le sue opere e la sua terra d'origine, in una riflessione a più voci sulla contemporaneità dell'artigianato
Icon Design Talks 2019: il programma

Icon Design Talks 2019: il programma

La terza edizione del più grande appuntamento culturale della Milano Design Week. In onda dall’8 al 13 aprile presso la Fondazione Riccardo Catella
Palazzo Monti: residenza d

Palazzo Monti: residenza d'artista

Nel cuore di Brescia un'antica dimora di famiglia, risalente al XIX secolo, trasformata in residenza per artisti da tutto il mondo
Dal progetto alla costruzione: le sfide possibili

Dal progetto alla costruzione: le sfide possibili

In occasione di MADE Expo, alla Triennale di Milano è andato in scena un talk che ha riunito sette protagonisti del settore edile per parlare delle nuove sfide che percorrono il campo della costruzione