Nilufar Depot a Milano (Credit Lodovico Colli Di Felizzano, Courtesy Nilufar)
Credits: Nilufar Depot a Milano (Credit Lodovico Colli Di Felizzano, Courtesy Nilufar)
Credits: Nilufar Depot a Milano (Credit Lodovico Colli Di Felizzano, Courtesy Nilufar)
Credits: Nilufar Depot a Milano (Credit Lodovico Colli Di Felizzano, Courtesy Nilufar)
Nilufar Depot a Milano (Credit Lodovico Colli Di Felizzano, Courtesy Nilufar)
Credits: Poltrona Chaise Maurice di David/Nicolas, 2015, Struttura in acciaio verniciato nero, braccioli in legno di Noce Americano, dettagli in ottone, rivestimento in pelle o cavallino verde (Courtesy Nilufar)
Credits: Lampada da terra 2Moons di Nir Meiri Israele, 2014, Prodotte da Nir Meiri Design Studio Paralumi regolabili Metallo, plastica e luci LED (Courtesy Nilufar)
Credits: Cassettone a tre cassetti Pitz di Roberto Giulio Rida, Italia, 2013, Due esemplari unici, Edizione Nilufar, Firmato con logo R.G. Rida impresso a fuoco sullo schienale. I materiali di rivestimento sono vintage degli anni 50’-60’ e non più in produzione (Courtesy Nilufar)
Credits: Lampada a sospensione DICIOTTO x 4 di Vibeke Fonnesberg Schmidt, Danimarca, 2014. Ogni pezzo è personalizzabile in differenti misure e colori, Realizzabile su richiesta, Ottone, plexiglass (Couretsy Nilufar)
News

Salone del mobile: Nilufar apre il suo magazzino a Milano

silviaannabarrila

La famosa gallerista Nina Yashar, fondatrice della galleria di design Nilufar in via della Spiga a Milano, ha aperto al pubblico, durante il Salone del Mobile di Milano, la sua collezione di circa 3.000 oggetti raccolti in 30 anni di attività. Si chiama Nilufar Depot ed è un magazzino di 1.500 m2 su tre piani in via Lancetti.

"Questo luogo nasce dalla volontà di curare e ottimizzare al meglio la logistica e l'esposizione della collezione", spiega Nina Yashar, "in uno spazio che mette in risalto la personalità di ogni pezzo. La galleria in via della Spiga rimane il luogo storico di Nilufar mentre il magazzino in via Lancetti 34 è un teatro dove poter sperimentare nuovi allestimenti e accostamenti".

All'interno l'architetto Massimiliano Locatelli di CLS architetti ha, infatti, progettato un'architettura ispirata al Teatro alla Scala con cellule allestite come scenografie composte da una selezione vintage e proposte contemporanee disegnate in esclusiva per la galleria.





News
Salone del mobile, housewarming: progettare l'ospitalità
News
Salone del mobile: Piero Lissoni per Cotto
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto