Credits: Una selezione delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
Credits: Una delle proposte della Pætchwork/collection disegnata da Piero Lissoni per l'azienda thailandese Cotto
News

Salone del mobile: Piero Lissoni per Cotto

Laura Barsottini

Pætchwork/Collection è il nome della nuova gamma di proposte arredobagno dell’azienda tailandese COTTO, svelate in occasione della Design Week presso lo SpazioAlatha di via Savona 37. L’inedita linea di rivestimenti sanitari, rubinetteria e complementi è firmata dall’architetto e designer milanese Piero Lissoni, che per l’occasione ha ideato un allestimento in uno spazio dall’animo industriale, ispirato dalla purezza dei giardini orientali. Il percorso è segnato da una parete specchiata che introduce i visitatori al cortile, dove è possibile toccare con mano i rivestimenti in ceramica e gres porcellanato, disponibili in versione lucida e opaca. Lo spazio interno, invece, è dedicato alle proposte di arredo per il bagno, declinate in nove set dal carattere minimalista. La collezione comprende quattro lavabi, in versione sospesa o console con gambe frontali in ceramica, di cui due modelli disponibili anche con doppio lavabo. Tra questi anche un’originale versione che abbina due lavabi di diverse dimensioni: grande e mini. Piero Lissoni propone volumi rettangolari caratterizzati da angoli morbidi e profili molto sottili. I sanitari sono definiti da forme ergonomiche e dalla presenza del sistema quick release: premendo i bottoni laterali, il sedile si sgancia e agevola le operazioni di pulizia. La collezione è completata da una gamma di rubinetti cromati, da appoggio, a muro e nelle varianti a terra per doccia e vasca freestanding, con canne squadrate e leva con sistema centrale che ne enfatizza l’essenzialità

News
Salone del mobile: Nilufar apre il suo magazzino a Milano
News
Icon Design: l'evento al Pac di Milano
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto