Sol LeWitt, Autobiography, 1980 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
Sol LeWitt, Wall Drawing #263 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
A sinistra, Sol LeWitt Untitled (B3 Model), 1966; a destra, Sol LeWitt Floor Structure (Well), 1963 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
Sol LeWitt, Wall Drawing #150 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
Sol LeWitt, Wall Drawing #46 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
Sol LeWitt, Wall Structure Black, 1962 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
Sol LeWitt, 8x8x1, 1989 - Credits: Fondazione Carriero - Ph. Agostino Osio
News

Sol LeWitt alla Fondazione Carriero di Milano

A dieci anni dalla scomparsa dell’artista americano Sol LeWitt, la Fondazione Carriero di Milano presenta la mostra dal titolo Between the Lines, organizzata in stretta collaborazione con l’Estate of Sol LeWitt, con la curatela di Francesco Stocchi e Rem Koolhaas, qui per la prima volta in veste di curatore.

L’esposizione, in scena dal 17 novembre al 23 giugno 2018, ha come obiettivo quello di offrire un punto di vista inedito sulla pratica dell’artista, esplorandone i confini. Lo fa passando in rassegna opere che abbracciano l’intero arco della sua produzione artistica, dai Wall Drawings alle sculture come Complex Form #34 e Inverted Spiraling Tower, fino alla serie fotografica Autobiography.

Partendo dalla peculiarità degli spazi della Fondazione Carriero, il progetto espositivo esplora la relazione del lavoro di LeWitt con il mondo dell’architettura.

Con la collaborazione dell’architetto Rem Koolhaas in dialogo con il curatore Francesco Stocchi, Between the Lines affronta ampi aspetti dell’opera di Sol LeWitt, come spiegano gli organizzatori: «con l’obiettivo di superare quella frattura che tradizionalmente separa l’architettura dalla storia dell’arte e che caratterizza l’intera pratica dell’artista, rivolta più al processo che al prodotto finale, e scevra di qualsiasi giudizio estetico o idealista».