Credits: SPRINT
Witty Kiwi 1999 - Credits: Witty Kiwi
Diorama Editions - Panorama 1 - Credits: Courtesy of Diorama Editions
NOTHING TO LOSE by Nobody’s Business, video still
XHIBITION_LGGSB Billion Balances, LGG$B (Gaia Vincensini, Loren Kagny, Giulia Essyad, Sabrina Röthlisberger), a cura di IDIOLETTA (Mattia Capelletti, Costanza Candeloro) - Credits: Istituto Svizzero e Marsèll
Billion Balances, LGG$B (Gaia Vincensini, Loren Kagny, Giulia Essyad, Sabrina Röthlisberger), a cura di IDIOLETTA (Mattia Capelletti, Costanza Candeloro) - Credits: Istituto Svizzero e Marsèll
BLADE BANNER by Natália Trejbalová, another better Here&Now - Credits: BLADE BANNER _\|/_ SPRINT
News

SPRINT, il salone dedicato all’editoria indipendente e d’artista

I progetti più interessanti e duraturi spesso nascono da un’idea semplice, brillante, che solo grazie a passione e costanza possono diventare grandi. È il caso di SPRINT, ormai un appuntamento fisso per gli amanti del libro d’autore (e non solo).

SPRINT, rassegna internazionale dedicata all’editoria indipendente e d’artista che si tiene dal 25 al 27 novembre a Milano, è da qualche anno la prova tangibile che questa editoria “alternativa”, realizzata con budget ristretti, ma capacità di sperimentare ed esprimersi tramite forme e linguaggi innovativi, non è in crisi, anzi! Ha un suo pubblico sempre più esigente e in forte crescita.

Dall’osservazione di questa tendenza l ’associazione non-profit O’ ha deciso, quattro anni fa, di aprire le porte della sua galleria nel cuore del quartiere Isola al mondo della ricerca editoriale, affidando la curatela della rassegna e la ricerca costante di nuove realtà indipendenti (nazionali e internazionali) all’artista Dafne Boggeri.

Gli spazi di O’ in via Pastrengo sono diventati un vero e proprio punto di riferimento per chi è alla ricerca di pubblicazioni di arte contemporanea, fotografia, architettura. E ancora, riviste di grafica, nuovi media, fanzine e progetti di sensibilizzazione sociale. Uno scenario eterogeneo accomunato dalla passione di trasferire idee su un supporto che, in controtendenza rispetto a tempi e pensiero dominante, pare proprio non stia per scomparire: il libro, ormai vero feticcio.

Dafne e O’ sembrano averlo capito bene, perciò alla fiera non-profit dedicata alle edizioni indipendenti (via Pastrengo 12 – sabato 26 e domenica 27 dalle 13.00 alle 20.00) si affiancano talk, performance, workshop e conferenze che ve rtono sul tema libro, appunto, e che coinvolgono l’intero quartiere con una costellazione di eventi. Tra i tanti che si alternano nella tre giorni, vale la pena segnalare la mostra Billion Balances del collettivo svizzero LGGSB (che affronta tematiche legate al femminismo, all'ecologia, al post-colonialismo) a cura di IDIOLETTA (piattaforma di divulgazione della poesia americana di Mattia Capelletti e Costanza Candeloro) con la quale si inaugura l’edizione di SPRINT 2016 nello spazio Agalma, via Confalonieri, 36; la rassegna Blade Banner (nello spazio di La Isla Bonita @ Ostrakon, Via Pastrengo, 15 – sabato 26 e domenica 27 dalle 13 alle 19) che accompagna SPRINT dalla prima edizione invitando artisti a definire, nel formato banner (100x100 cm), un frammento ideale del loro universo visivo (tra i contributor di quest’anno Chiara Fumai, Diego Marcon e Jacopo Miliani); il Fundraising Party al KO Club , sabato 26 dalle 23.00 in Via Resegone, 1. E ancora, il workshop Risograph diretto da Pierrick Brégeon e Clément Rouzaud (ospitato da ATTO, studio di design e comunicazione, con l’artista Elena Radice), il talk di Alessandro Bava (fondatore de lla zine sull’ecologia Ecocore), la performance di Gilda Manfring.

Un programma denso dove conoscere autori che, in maniera critica e indipendente, portano avanti la passione per il racconto (su carta) facendone una vera professione.

Products
The Cabin Trolley, la valigia intelligente con GPS integrato
Places
Aarhus, tre tappe tra design e architettura
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”