Vaso in vetro lattimo con decoro fenicio corallo e applicazione di foglia d'oro, 1928-29 - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Vasi in vetro con decoro fenicio, 1928-29 - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Vaso in pasta vitrea rossa e boccetta portaprofumo in pasta vitrea gialla, 1929-30 - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Vaso in pasta vitrea rossa e coppa in pasta vitrea gialla e rossa, 1930 ca. - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Vaso in pasta vitrea corallo e oro e vaso in pasta vitrea turchese e oro, 1929-31 - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Pesci in vetro policromo, 1928-29 - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Vaso in filigrana a reticello con canne rubino, verdi e gialle. Piede in vetro trasparente verde, 1927 ca. - Credits: Ph. Enrico Fiorese
Vasi in vetro nero con applicazione di foglia d’argento e finiture in pasta vitrea corallo, 1930 ca. - Credits: Ph. Enrico Fiorese
News

Il giovane Carlo Scarpa e il vetro

L’appuntamento autunnale dello spazio espositivo Le Stanze del Vetro, sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, è dedicato al tema della vetreria a Murano tra gli anni Venti e l’inizio degli anni Trenta. In particolare si concentrerà sulla vetreria M.V.M. Cappellin & C., una delle più importanti sul territorio veneziano.

Fondata da Giacomo Cappellin nel 1925, dalla fine del 1926 la fornace vide l’intervento del giovane architetto veneziano Carlo Scarpa. La collaborazione si intensificò via via soprattutto dopo l’uscita di Vittorio Zecchin, che della vetreria era stato direttore artistico fino al 1926. Scarpa riuscì ad assumere una certa autonomia nella progettazione dei modelli, che si distinsero soprattutto per il ricorrere di forme geometriche.

Intitolata La vetreria M.V.M. Cappellin e il giovane Carlo Scarpa 1925-1931, la mostra passerà in rassegna la produzione della vetreria, mostrando lavorazioni ardite come la filigrana a reticello e il decoro fenicio, fino al vetro opaco, che propose tessiture di impatto cromatico a partire dai lattimi aurati fino alle paste vitree e ai vetri incamiciati dai colori brillanti.

L'appuntamento prenderà il via dal 10 settembre, inserendosi nel programma della seconda edizione di The Venice Glass Week, il festival internazionale dedicato all’arte vetraria,con particolare riguardo a quella muranese, che si terrà a Venezia dal 9 al 16 settembre.

News
Paul Thorel per Mutina for Art
News
Icon Design di luglio e agosto
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Un micro-appartamento spunta su eBay

Un micro-appartamento spunta su eBay

Già svelato durante il Salone del Mobile nell’aprile 2017, ecco il progetto dello studio sloveno OFIS. All’asta a partire da 5mila sterline
In Viasaterna, sospesi tra l’arte e la vita

In Viasaterna, sospesi tra l’arte e la vita

Dino Buzzati l’ha sognata, magica e remota. Irene Crocco l’ha trovata e trasformata in una casa-galleria. Dove l’amore per la bellezza s’intreccia con l’ospitalità
Il nuovo store meneghino di Atelier VM

Il nuovo store meneghino di Atelier VM

È il secondo punto vendita in città del marchio di gioielleria fondato da Marta Caffarelli e Viola Naj-Oleari vent'anni fa. A firmarlo è lo studio CLS Architetti
Appendiabiti in stile minimal

Appendiabiti in stile minimal

Il marchio scandinavo Moebe presenta Wall Hook, un elemento funzionale dal look essenziale progettato per appendere cappotti, borse e accessori
Il Festival della Fotografia Etica, a Lodi

Il Festival della Fotografia Etica, a Lodi

Quattro settimane di appuntamenti e incontri dedicati al mondo della fotografia. Dal 6 al 28 ottobre