Altrove III, Alexey Luka - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III, THTF - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III, Ekta - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III, CT - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III, Domenico Romeo - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III, Alberonero - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove IV, Aria di Gonzalo Borondo - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Altrove III - Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
Credits: Ph. Angelo Jaroszuk Bogasz
News

La street art invade Catanzaro

Dal 20 al 22 luglio la città di Catanzaro si tinge di colore con la IV edizione di Altrove, festival di street art (ma non solo) concepito nel 2014 con l’obiettivo di rieducare al concetto di bellezza in contesti urbani trascurati e rassegnati al degrado estetico e sociale. Quest’anno la tre giorni punta a valorizzazione e rivitalizzare il centro storico tramite la realizzazione di 8 interventi di arte urbana, un allestimento di architettura relazionale e una serie di eventi diffusi in città.

Tra gli ospiti della quarta edizione ci sarà lo spagnolo Gonzalo Borondo, che per l'occasione ha realizzato Aria, un'opera composta da 185 vetri che restituisce una nuova immagine nel paesaggio urbano catanzarese. Con lui anche il francese 3ttman, la cui indagine parte dallo studio dei materiali più disparati. E ancora: l'argentino Jorge Pomar (Amor), gli italiani Ciredz e Andreco e tanti altri.

Street art ma anche musica e performance. Giovedì 20 ci saranno i Ninos du Brasil capitanati dall’artista Nico Vascellari insieme al compositore e batterista Matteo Vallicelli. Venerdì 21 toccherà a Dardust, ensemble ideato dal pianista, compositore e producer Dario Faini, mentre sabato 22 protagonisti saranno invece gli strumenti analogici di GIVDA e la ricerca sonora del collettivo romano Bamboo.

Tutti gli allestimenti che interesseranno le aree coinvolte saranno progettati e realizzati dallo studio di architettura GRRIZ, che negli ultimi anni ha progettato e realizzato l’esterno del Padiglione Italia all’ultima Biennale di Architettura di Venezia e un laboratorio all’interno del Museo MAXXI di Roma.