Teresa Giannico, Interno n°10 dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print, cm 21x31 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
News

Gli interni metafisici di Teresa Giannico

Sono scenografie della mente quelle orchestrate da Teresa Giannico, artista barese classe 1985. Realizzate attraverso la fusione di fotografia, pittura e disegno, raccontano di interni surreali eppure normalissimi: scrivanie, tappeti, sedie, statue e animali compongono stanze dell'inconscio sospese in un eterno presente. E se di fatto si tratta di diorami, il riferimento alla pittura metafisica è evidente: quella di Teresa Giannico è una dimensione che va oltre la realtà, giocando con l'ambiguità percettiva e tratteggiando ambienti silenziosi e immobili.

La sua prima mostra personale, Kaleidos, è allestita presso la Galleria Viasaterna di Milano (fino all'8 marzo 2019). In esposizione, due progetti inediti: Lay Out e Ricerca8. Il primo è focalizzato sulla riproduzione di interni reali presi da annunci pubblicati online, mentre il secondo si concentra sul disegno e la giustapposizione pittorica. Entrambi sono stati realizzati mischiando e confondendo fotografia, pittura, disegno e scultura. «Attraverso le mie opere voglio raggiungere l'ambiguità visiva delle immagini, voglio stimolare chi le guarda a interrogarsi, a porsi delle domande su cosa siano effettivamente. L'obbiettivo ultimo è quello di creare una sensazione di piacere nel guardare la composizione dell'immagine, nel lasciarsi assorbire da essa», racconta l'artista.

Per creare le sue opere, Teresa Giannico attinge dal suo archivio di fotografie di oggetti quotidiani per poi disegnare una composizione di immagini. Quest'ultima viene poi assemblata, montata e trasformata in un diorama in scala ridotta. Nasce così un micro-mondo che l’artista fotografa e poi elimina: di lui rimane soltanto la sua immagine, che costituisce l'opera dell'artista. Un'iperstratificazione che riflette quella del mondo attuale. «Ognuna delle mie opere nasce dall'istinto: è come se fossero mosaici personali e collettivi, che rappresentano gli innumerevoli livelli di interpretazione del nostro contemporaneo», spiega Teresa. Tra realtà, inconscio e dimensione onirica non c'è più alcun confine.

Teresa Giannico, Interno n°2 dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print, cm 21x31 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Interno n°4 dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print, cm 21x31 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Interno n°7 dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print, cm 21x31 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Untitled dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print, cm 150x100 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Lay Out #1, dalla serie Lay Out, stampa inkjet su carta Bright White, cm 30x40 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Lay Out #2, dalla serie Lay Out, stampa inkjet su carta Bright White, cm 30x40 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Lay Out #3, dalla serie Lay Out, stampa inkjet su carta Bright White, cm 30x40 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico, Lay Out #9, dalla serie Lay Out, stampa inkjet su carta Bright White, cm 30x40 - Credits: © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico