Tobias Rehberger, High perch, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, Birdcages, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, Binoculars, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, Waterspout, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, Street lamp, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, Beehive, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, Bird houses, from: 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
Tobias Rehberger, 24 Stops, 2016 - Credits: Tobias Rehberger - Photo: Mark Niedermann
News

L’itinerario d’arte di Tobias Rehberger

Far scoprire le bellezze paesaggistiche e culturali di una regione, quella al confine tra le Germania sud-occidentale e la Svizzera, attraverso un itinerario che unisce arte, design e architettura. È l'idea alla base di 24 stops, opera site specific a tappe concepita dall'artista tedesco Tobias Rehberger.

La Rehberger-Weg, la strada di Rehberger, come è stata subito soprannominata, si snoda per 5 km tra le colline e i vigneti che circondano le cittadine di Riehen, in Svizzera, e Weil am Rhein, in Germania.

Punto di partenza è la Foundation Beyeler di Riehen, progettata da Renzo Piano, che raccoglie circa 300 opere tra arte contemporanea e moderna, post impressionismo e arte etnografica. Punto di arrivo è invece il Vitra Campus di Weil am Rhein, in cui si trovano alcune architetture realizzate dai più grandi progettisti del nostro tempo, come Herzog & De Meuron, Nicolas Grimshaw, Zaha Hadid e Frank O. Gehry.

Tra le due istituzioni culturali, solo boschi, paesini e vigneti, interrotti dalle 24 opere di Tobias Rehberger, che spuntano colorate tra gli alberi e l'erba invitando i passanti a immergersi nel paesaggio circostante. Una caccia al tesoro che vuole rappresentare un trait d'union tra arte, natura e storia.

Il progetto, sponsorizzato da Swatch, offre tour gratuiti con esperti d'arte e architettura, previa registrazione sul sito dell'iniziativa. Il prossimo tour si terrà il 2 ottobre, mentre l'8 ottobre sarà invece possibile percorrere l'itinerario con l'artista Tobias Rehberger.