Credits: Leftloft
News

Touchpoint: come nascono le idee?

Alessandro Mitola

Nell’ambito della XXI Triennale, domenica 15 maggio prenderà il via Touchpoint. Co-design experiments, il nuovo progetto curato da Leftloft, studio fondato nel 1997 da Andrea Braccaloni, Francesco Cavalli, Bruno Genovese e David Pasquali, con oltre 900 progetti all’attivo.

Fino al prossimo settembre, la Triennale di Milano ospiterà quattro workshop sotto forma di pop-up studio di co-progettazione, tre conversazioni con alcuni dei più importanti studi di grafica europei e una Design Marathon conclusiva con ospiti nazionali e internazionali.

Il progetto nasce con l’obiettivo di comprendere i punti di incontro e contaminazione tra design e pubblico, tra consumatori e aziende, tra imprese e cittadini, tra designer e progettisti di altre discipline.

Dunque, come nascono le idee? Dove sta andando il design della comunicazione? In che modo la co-progettazione cambia il design?

Per fare luce su questi quesiti, Lefloft aprirà le danze con Communication design after communication design, una riflessione che coinvolgerà il genetista Edoardo Boncinelli, il pubblicitario Paolo Iabichino di Ogilvy & Mather, Justus Oehler, direttore creativo e partner di Pentagram, insieme a Francesco Cavalli, direttore creativo e partner di Leftloft e a Silvia Botti, direttore della rivista Abitare, che modererà il dibattito.

Nei mesi di mesi di giugno e luglio, con un ricco calendario di appuntamenti, i quesiti saranno estesi a designer europei che racconteranno il loro metodo e il loro approccio. Al dibattito prenderanno parte Base Design, Roberto Bagatti, Edoardo Boncinelli, Daylight Design, FF3300, Francesco Franchi, Paolo Iabichino, Lava Design, Carolyn Christov- Bakargiev, Stefano Maffei, Justus Oehler, n-o-u-s, Stefano Quintarelli e Studio Dumbar.