Harry Bertoia immerso nelle sue sculture sonore, 1973 - Credits: Museum of Arts and Design, Beverly H. Twitchell
Veduta dell'installazione Atmosphere for Enjoyment: Harry Bertoia's Environment for Sound - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. Butcher Walsh
Veduta dell'installazione Atmosphere for Enjoyment: Harry Bertoia's Environment for Sound - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. Butcher Walsh
Una registrazione de La Serenita, 1971 - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. John Brien
Uno scatto delle installazione di Harry Bertoia nel fienile di sua proprietà in Pennsylvania, 2015 - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. John Brien
Un dettaglio delle installazione di Harry Bertoia nel fienile di sua proprietà in Pennsylvania, 2015 - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. John Brien
Un dettaglio delle installazione di Harry Bertoia nel fienile di sua proprietà in Pennsylvania, 2015 - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. John Brien
Ornamental Centipede, circa 1942. Uno dei progetti tratti dalla mostra Bent, Cast & Forged: The Jewelry of Harry Bertoia - Credits: Museum of Arts and Design, Ph. R. H. Hensleigh and Tim Thayer
NYC Design

Harry Bertoia in mostra al MAD di New York

Alessandro Mitola

Il Museum of Arts and Design di New York rende omaggio al design di Herry Bertoia con due appuntamenti che ne ripercorrono le tappe più significative. Un'occasione unica per approfondire il linguaggio di uno dei progettisti più importanti della metà del XX secolo.

Scultore, designer, grafico e musicista. Il percorso professionale di Harry Bertoia è caratterizzato da mille sfaccettature ed esplora diversi ambiti in maniera trasversale.

Fino al prossimo 25 settembre, al numero 2 di Columbus Circle, il MAD presenta un allestimento dedicato all’indagine del suono condotta da Bertoia. Si intitola Atmosphere for Enjoyment: Harry Bertoia's Environment for Sound e presenta le celebri sculture cinetiche realizzate dall’artista: aste verticali di diversi spessori, lunghezze e materiali saldate in fila su una base piatta, pensate per generare suoni unici e trascinanti.

Completano la retrospettiva una serie di esibizioni dal vivo di artisti contemporanei come Lizzi Bougatsos e Robert Aiki Aubrey Lowe, che esplorano l'eredità delle sculture sonore e della loro influenza sulla musica e l'arte dei giorni nostri.

Il secondo appuntamento si intitola invece Bent, Cast & Forged: The Jewelry of Harry Bertoia e dà spazio alla ricerca formale e materica di Harry Bertoia messa in pratica durante il periodo della Cranbrook Academy of Art a partire dagli anni Quaranta. E lo fa mettendo in scena alcuni dei gioielli realizzati dall’artista, incluse le fedi nuziali disegnate per gli amici Charles e Ray Eames

Places
Il mondo dorato di Savioz Fabrizzi Architectes
News
Biennale di Architettura 2016: dieci eventi da non perdere
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto