Il Doodle Sofa di Front - Credits: Moroso
Il pouf Anomaly di Front - Credits: Moroso
Divano Love Me Tender di Patricia Urquiola - Credits: Moroso
Mafalda, di Patricia Urquiola - Credits: Moroso
Le sedie impilabili di Martino Gamper - Credits: Moroso
La seduta Husk di Marc Thorpe - Credits: Moroso
Pipe, di Sebastian Herkner - Credits: Moroso
NYC Design

Moroso all’ICFF di New York

Aprire le porte alla contaminazione tra design, moda e arte contemporanea, avviando collaborazioni con designer internazionali e conciliando l’anima artigianale dell’azienda con la produzione industriale.

Si potrebbe sintetizzare così il segreto del successo di Moroso, azienda specializzata nella creazione di sedute e imbottiti che dal 1952 rappresenta il know how italiano nell'arredamento di alta gamma.

Un valore, quello della centralità della commistione creativa, che viene ancora oggi ribadito attraverso un progetto che verrà presentato in occasione dell’ICFF, la High End Luxury Furniture Fair (14-17 maggio) durante la design week newyorkese.

Sabato 14 maggio, nello showroom di SoHo verrà presentata una vetrina dedicata al lavoro delle designer svedesi Front e al loro Doodle Sofa e pouf Anomaly, entrambi accompagnati dall’installazione del vincitore del Premio Moroso per l’Arte Contemporanea Luca Trevisani.

Durante l'evento saranno esposti anche i divani Bold and Love me Tender e le sedute Mathilda e Mafalda di Patricia Urquiola, oltre alle sedie impilabili in legno e alluminio del designer Martino Gamper, alla versione imbottita della seduta Husk di Marc Thorpe e alle poltroncine Pipe di Sebastian Herkner.

NYC Design
ICFF 2016, a New York quattro giorni tra design e architettura
Places
CSAC, il Centro Studi e Archivio della Comunicazione
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale