906 World Cultural Center
La Iglesia de Nuestra Senora de Guadalupe
906 World Cultural Center
906 World Cultural Center
906 World Cultural Center
906 World Cultural Center
906 World Cultural Center
Le opere degli artisti
Places

Il nuovo 906 World Cultural Center di San Francisco

Regno dell'imprenditoria tech e degli startupper, San Francisco prosegue la sua metamorfosi con un nuovo progetto: il 906 World Cultural Center, una chiesa sconsacrata convertita in un centro culturale che accoglierà mostre, conferenze ed eventi dedicati ai giovani creativi della città.

La chiesa in questione è la Iglesia de Nuestra Senora de Guadalupe, edificio storico costruito nel 1880 e ridisegnato nel 1912 dagli architetti Frank T. Shea e John D. Lofquis dopo il terremoto che colpì San Francisco nel 1906. Utilizzata fino agli anni '80 come luogo di culto, venne chiusa nei primi anni '90 a causa dello spopolamento del quartiere. Negli ultimi vent'anni, il seminterrato della chiesa è stato diviso in unità lavorative e utilizzato come sede scolastica.

A firmare il nuovo 906 World Cultural Center è lo studio ucraino balbek bureau, che ha ripensato gli spazi utilizzando un approccio conservativo: gli elementi architettonici sono stati restaurati secondo il loro riferimento storico, mentre l'arredamento e i dispositivi tecnici sono stati scelti per inserirsi armonicamente nel contesto circostante. Il telo per il proiettore, ad esempio, riprende esattamente il raggio e la proporzione delle navate originali dell'edificio.

Cuore del centro culturale è la sala centrale, che accoglie 200 posti a sedere ed è affiancata da alcune stanze espositive.

Inserito in un complesso che ospita anche un co-living collegato da un cortile, il 906 World Cultural Center ospita le opere site-specific di tre artisti ucraini, tutte sul tema della trasformazione della città. Vladimir Manzhos ha realizzato il murale Metamosphoses, Evgeniy Lapchenko ha creato The Garden of Earthly Delights, ispirato al celebre trittico di Hieronymus Bosch; mentre l'illustratore Sergiy Maidukov ha dato vita all'opera San Francisco streets.