Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Attimi by Heinz Beck, City Life, Milano - Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Places

Attimi, il ristorante firmato Fabio Novembre nel cuore di City Life

Si allarga il panorama delle proposte gourmet meneghine che strizzano l’occhio al mondo del design. Nel cuore di City Life ha da poco aperto Attimi guidato dallo chef stellato Heinz Beck.

Il locale è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Beck & Maltese Consulting e Chef Express (Gruppo Cremonini), e si configura come un dining bistrot pensato per ogni momento della giornata, dalla colazione alla cena. Il progetto di interni porta la firma di Fabio Novembre, che ha costruito lo spazio attorno al bancone vetrina in solid surface HI-MACS nella finitura Frosty della collezione Volcanics, un materiale resistente realizzato in minerali, pigmenti naturali e acrilico.

Il bancone si sviluppa su tre livelli ripiegati l’uno sull’altro ed è sovrastato da altrettanti sbalzi che spingono verso l’esterno il grande logo luminoso Attimi by Heinz Beck. Tutto intorno gravitano sedie, divanetti, sgabelli e poltrone con tavoli tondi, quadrati, tavolini e banconi. Una serie di colonne separano idealmente l’ambiente in zone: da quella cocktail a quella dining, aperitivo e bistrot. Dal punto di vista cromatico Fabio Novembre ha optato per tonalità neutre, perlopiù grigi, con qualche punta di colore acceso.

«Credo che la non casuale coincidenza etimologica tra il presente come tempo e il presente come regalo sia una condizione di partenza per qualsiasi ricerca progettuale», ha detto l'architetto e designer salentino. «Consideriamo gli attimi qui, non come momenti fugaci di vita, ma intense esperienze che dobbiamo saper cogliere e che ci rimangono impresse nella mente».