Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Credits: ©José Hevia
Places

Da magazzino a co-working, a Barcellona

Una recente apertura va a integrare il [email protected] – Innovation District, progetto di riqualificazione, avviato a Barcellona negli anni scorsi, finalizzato allo sviluppo di una nuova area destinata ad attività professionali e accademiche. A firmarlo è lo studio APPAREIL, di base proprio nella città catalana che dal 2011 accosta l'impiego di mezzi digitali di progettazione e produzione con l'interesse verso l'artigianato.

Nel recupero di capannone dismesso, riconvertito in uno spazio co-working e laboratorio, i progettisti sono intervenuti dando priorità al concetto di "scambio". Oltre a ospitare lo studio APPAREIL, gli oltre 200mq si candidano a divenire un hub creativo e un luogo aperto a singoli o gruppi di professionisti indipendenti attivi nel fronte architettonico o in altre discipline. L'eterogeneità dei soggetti che, in questo ambiente, possono fissare la propria sede lavorativa, ha spinto APPAREIL ha preferire postazioni di lavoro leggere e trasformabili, realizzate con arredi di facile montaggio. Alle due pareti, dal marcato sviluppo longitudinale, sono state quindi delegate le principali funzioni contenitive ed espositive, grazie ad arredi su misura che, in caso di necessità, possono inglobare al proprio interno anche il resto dei mobili. Rivestite in legno, le pareti attrezzate accolgono infatti ulteriori piani lavoro richiudibili. Alle estremità del co-working, infine, sono stati collocati il bagno e una cucina; l'ampia vetrata, con vista sul mare, è accompagnata da un piccolo giardino indoor

Attivo con lavori di diversa natura, come installazioni e strutture temporanee, in Spagna, Colombia, Iran, Marocco, Serbia, Italia, Francia, Belgio, Messico, Singapore, India, Ecuador, Svizzera, Georgia e Etiopia, lo studio APPAREIL è guidato da Edouard Cabay, attualmente docente di design in alcuni atenei europei.