L'interno del nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
Il nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
L'interno del nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
Il nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
La facciata laterale del nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
L'interno del nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
L'interno del nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
L'interno del nuovo polo produttivo Berluti a Ferrara
L'area produttiva del nuovo stabilimento Berluti a Ferrara
Places

Berluti e l’architettura smart

Alessandro Mitola

Sorge a Ferrara, in uno spazio di 8mila metri quadri, tra spazi verdi meticolosamente curati. Il nuovo stabilimento Berluti, marchio di calzature di lusso del gruppo LVMH, è un esempio ben riuscito di architettura modernista.

Il progetto è firmato dallo studio internazionale Barthelemy & Griño Architects ed è in grado di accogliere 300 dipendenti, comprendendo uffici, produzione e logistica. L’edificio, a pianta rettangolare, pone l’accento su sostenibilità ed efficienza energetica grazie alla facciata cinetica smart e all’assenza di elementi esterni come ciminiere, cabine di controllo o macchinari sporgenti.

Protagonista assoluto è il legno, che domina l’intera struttura: una serie di listelli in cedro rosso naturale posizionati verticalmente all’esterno delle facciate laterali formano una barriera frangisole per le ore diurne. Il cedro utilizzato non è stato trattato per consentirne l’invecchiamento con il passaggio del tempo e una conseguente trasformazione sbilanciata verso toni grigio argento. Lo spazio comune che consente l’accesso a tutte le aree della factory è sormontato da una serie di travi in legno resinoso intrecciate, che danno vita a una serie di giochi di ombre, proprio come fossero un grande paio di lacci da scarpe. Per gli interni, invece, trova spazio il faggio, un richiamo diretto alla qualità di legno utilizzata nelle sagome per la produzione di scarpe. Insomma, il nuovo polo produttivo della maison francese rafforza il legame con l’Italia, ma soprattutto con il sapere fare italiano.

Products
Arredo d'ufficio: le novità tra funzionalità e glamour
Storytelling
Mutina compie 10 anni: quando la ceramica incontra l'arte
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”