Il nuovo Campus Bocconi
Il nuovo Campus Bocconi
Il nuovo Campus Bocconi
Il nuovo Campus Bocconi
Il nuovo Campus Bocconi
Il nuovo Campus Bocconi
Il nuovo Campus Bocconi
Places

Il nuovo Campus Urbano dell’Università Bocconi

Un luogo aperto alla cittadinanza e permeabile al fluire della città. È stato inaugurato lunedì 25 novembre – alla presenza del Presidente Mattarella - il nuovo Campus Bocconi, progettato dallo Studio SANAA di Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa.

La struttura, che rappresenta un ampliamento della superficie degli spazi dell'Università Bocconi di ben 35.000 mq, è situata dove un tempo sorgeva l'Ex Centrale del Latte di Milano, una zona per anni dimenticata dai milanesi, quasi fosse un buco nero, che ora trova finalmente una nuova forma, luminosissima.

L'aspetto ondulato delle facciate si unisce alla trasparenza delle vetrate in una reinterpretazione della tipica struttura a corte delle abitazioni milanesi. La sensazione è che gli spazi interni fluiscano verso quelli esterni, e viceversa. Il perimetro esterno si affaccia verso la città e il parco, mentre dal lato interno le corti degli edifici formano un ambiente naturale. «Abbiamo cercato di integrare l’università con il parco utilizzando la forma architettonica della corte», hanno raccontato Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa. Protagonista è la luce: tutta la struttura è stata pensata per ottimizzare e ridurre l’impiego di illuminazione artificiale.

L'edificio è coronato da 17.000 mq di verde aperto al pubblico - con una piantumazione che privilegia le specie autoctone come la quercia, il carpino bianco e il pioppo nero - la cui continuità con la città è garantita dalla pedonalizzazione di parte di piazza Sraffa e dalla creazione di un asse verde che va dal Parco Ravizza, a est, fino al Parco Baravalle, a ovest.

Il campus comprende un pensionato da 300 posti letto, i quattro edifici che costituiscono la nuova sede della SDA Bocconi School of Management e un centro sportivo polifunzionale, operativo dal prossimo anno accademico, con due piscine e un’area fitness, un campo da basket/pallavolo e una running track al coperto, con tribune capaci di ospitare circa mille persone, suddivise tra piscina olimpica e campo da basket/pallavolo.

Dulcis in fundo, la sostenibilità: «Nella realizzazione del nuovo complesso, l’attenzione alla sostenibilità ambientale è stata massima», ha raccontato il Rettore della Bocconi, Gianmario Verona, «come dimostrano le numerose soluzioni innovative impiegate, che garantiscono l’autosufficienza energetica su base annua, l’assenza di emissioni nocive e pompe di calore e gruppi frigoriferi alimentati ad acqua senza consumo fisico della stessa, che viene prelevata e poi restituita al corso d’acqua del Ticinello». Inoltre, tutte le coperture degli edifici sono dotate di pannelli fotovoltaici ad alta efficienza, che producono oltre 1.200 kW di potenza nominale. Il risparmio energetico è poi garantito dall’utilizzo delle pompe di calore e dei gruppi frigoriferi per bilanciare il fabbisogno termico dei diversi edifici.