Credits: Ph. Johan Jansson
Places

Svezia, la casa sull’albero firmata Snøhetta

Harads, Lapponia, una cinquantina di chilometri a sud del Circolo Polare Artico. Qui, immersa nella natura incontaminata svedese ritmata da pini ad alto fusto, lo studio di architettura Snøhetta ha progettato la settima stanza del Treehotel, una casa sull’albero con vista privilegiata sul paesaggio lappone e sul fiume Lule, dove osservare lo spettacolo dell'aurora boreale.

Treehotel è nato da un’idea di Kent Lindvall e della moglie Britta, che nel 2010 hanno dato vita a un complesso di spettacolari rifugi sospesi a mezz’aria, sostenuti dagli alberi della foresta boreale.

La nuova opera firmata dal team norvegese è situata a 10 metri di altezza e può accogliere fino a cinque persone con due camere da letto, un salotto, un bagno e una terrazza.

Il progetto esplora il rapporto tra architettura e natura: la base della struttura è di 12 x 8 metri ed è rivestita da una stampa in bianco e nero raffigurante una serie di alberi che consentono ai confini tra interni ed esterni di diventare sempre più labili.

Il rifugio, sostenuto da 12 colonne, è raggiungibile tramite una scala e un piccolo ascensore pensato agevolare il trasporto dei bagagli degli ospiti. All’esterno presenta una facciata realizzata con pannelli in legno di pino scuro carbonizzato, mentre gli interni sono caratterizzati da una pavimentazione in frassino e pareti in multistrato di betulla, come vuole la tradizione nordica.

Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson
Credits: Ph. Johan Jansson