NeueHouse
Places

I 5 coworking più belli (e creativi) del 2016

Se in Italia la diffusione dei coworking è una tendenza abbastanza nuova, all'estero gli spazi di lavoro condivisi stanno già cambiando faccia.

Non più soltanto luoghi in cui lavorare o fare networking: a New York, Los Angeles o Singapore si sceglie il coworking in base alle proprie esigenze o interessi. Un esempio? Il NeueHouse di Hollywood, dedicato a chi desidera entrare nell'industria del cinema. Oppure il Primary di New York, incentrato sull'equilibrio tra mente e corpo.

Spazi dedicati alla realizzazione personale dunque, più che coworking. Uno specchio delle trasformazioni della società e del lento dissolversi dei confini tra lavoro, passioni e vita privata.

Ecco i 5 coworking più rivoluzionari del 2016.

Singapore: The Great Room

The Great Room
The Great Room
The Great Room

Un coworking accogliente come un hotel di lusso. È questa l'idea da cui sono partiti Jaelle Ang, Yian Huang e Su Anne Mi per immaginare The Great Room. Uno spazio che fa dell'ospitalità il proprio segno distintivo, e che lancia la figura del "Business Concierge" anche per i coworking al fine di favorire l'incontro tra la comunità locale e gli iscritti. A dare forma all'immaginazione dei fondatori è Distillery Studio, già celebre per aver progettato gli interni per alcuni hotel a cinque stelle di New York. Tutto è pensato per offrire il maggior comfort possibile: divani in pelle, spazi verdi esterni per svagare la mente, salette individuali per chi cerca concentrazione. Un'esperienza lavorativa extralusso.

New York: Primary

Primary
Primary

Una palestra con spa o un coworking? Entrambi. Il coworking newyorkese Primary si basa su un semplice quanto antico principio: mens sana in corpore sano. Ed è per questo che agli iscritti vengono offerti corsi di yoga, fitness e meditazione. Inoltre, è possibile prenotare massaggi e sedute di agopuntura. Insomma: una vera e propria oasi anti-stress. Gli interni sono caratterizzati da un design semplice e funzionale, mentre la disposizione degli arredi segue i principi del Feng Shui.

Los Angeles: NeueHouse

NeueHouse
NeueHouse

"NeueHouse è la casa degli ambiziosi e dei curiosi". Così recita la intro del sito. Dopo New York, è Los Angeles la seconda tappa della catena di coworking NeueHouse. Ed è proprio il contesto culturale della città a ispirare le attività, il design e l'anima dello spazio losangelino, situato a Hollywood. Un cinema, una sala insonorizzata per l'ascolto della musica, un palco per le performance: tutto è pensato e dedicato agli spiriti creativi della città. Gli ambienti sono strutturati in modo da sfruttare al meglio i vantaggi del clima locale, con scrivanie esterne, grandi finestre per godere al massimo della luce naturale, spazi grandi e ariosi. Gli interni sono firmati Rockwell Group.

San Francisco: Canopy

Canopy
Canopy
Canopy

Spazi per il relax intimi e confortevoli come quelli di un meraviglioso appartamento di design, reception in marmo, fiori freschi ogni giorno sulla scrivania. Il coworking Canopy vuole prendersi cura dei propri iscritti come se fossero i suoi ospiti. L'idea di base è semplicissima: una piccola attenzione, come un fiore sulla scrivania, può rendere la giornata migliore. E l'atmosfera di casa è sempre quella che può farci stare meglio.

New York: New Lab

New Lab
New Lab
New Lab

A Brooklyn, un magazzino portuale dismesso si è trasformato in un (enorme) coworking. 7.800 mq, 500 freelance e 50 aziende: sono questi i numeri del coworking New Lab. Un maestoso esempio di riconversione degli spazi ex-portuali newyorkesi, ma anche una conferma del crescente bisogno di luoghi dedicati ai freelance e alle giovani start up della città.

Places
I migliori ristoranti di design di Berlino
Places
3 nuovi indirizzi per lo shopping in Europa
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale