After Party - Le Why Not, Saint Quay Perros (Côte d’Armore), 2014 - Credits: Ph. François Prost

After Party - Le Diamant, Neau (Mayenne), 2014 - Credits: Ph. François Prost

After Party - LeCarré, Willebroek (Flandres, Belgique), 2013 - Credits: Ph. François Prost

After Party - LeSphinx, Charmes (Vosges), 2014 - Credits: Ph. François Prost

After Party -Macumba, Englos (Nord), 2014 - Credits: Ph. François Prost

After Party - La Pyramide, Serques (PasdeCalais), 2015 - Credits: Ph. François Prost

After Party - L’ArcenCiel, Quincié-en-Beaujolais (Rhône-Alpes) - Credits: Ph. François Prost

After Party - Credits: Ph. François Prost

Places

Discoteche alla luce del giorno, fotografate da François Prost


Nel 2014 il fotografo François Prost ha ritratto discoteche e sale da ballo francesi e belga rigorosamente alla luce del giorno. Ne è uscita una serie, After Party, che mette in luce i dettagli progettuali e i codici estetici delle facciate di questi luoghi deputati al divertimento.

Tra insegne, neon spenti e bottiglie di champagne finite, i club assumono una connotazione a tratti malinconica, rivelando la loro collocazione in aree peri-urbane o rurali, nel mezzo di ampie zone industriali o campi di barbabietole nella provincia.

Classe 1980, François Prost ha collaborato con diverse testate internazionali tra cui National Geographic, Sunday Times magazine, CNN, Wired, AD, Zud Deutsche Zeitung, It’s Nice That, Feature Shoot, Les Inrocks, Vice Magazine, Fisheye ed Esquire.

Le immagini di After Party, progetto premiato nel 2016 da Fidal Youth Photography Award e presentato nel 2017 a Villa Noailles, sono esposte alla Superette Film Production Gallery di Parigi insieme ad altre tre serie realizzate da Prost tra il 2013 e il 2017: Faubourg, Champs Élysées e Paris Syndrome. La mostra, intitolata Photo Stories, rappresenta la prima personale del fotografo di Lione ed è visitabile dal 7 giugno al 16 novembre.

Leggi anche: I cinema dell’isola di Cuba