GIUSEPPE PENONE: EQUIVALENZE 27 gennaio – 15 aprile 2017 Gagosian Roma © Giuseppe Penone. Courtesy Gagosian - Credits: Matteo D’Eletto, M3 Studio
Places

8 gallerie d’arte da vedere a Roma

Roma è indubbiamente una delle mete turistiche più amate e visitate del mondo. Il suo centro storico, la Città del Vaticano e San Paolo Fuori le Mura, sono stati riconosciuti dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.

Non solo monumenti storici, siti archeologici unici al mondo e musei, la città eterna ha tanto da offrire anche sul piano delle gallerie d'arte contemporanea. Tra gallerie internazionali e proposte più giovani, le possibilità sono tante.

Per chi ha in programma un week-end nella capitale, abbiamo selezionato 8 gallerie da non perdere. 

Gagosian

GIUSEPPE PENONE: EQUIVALENZE 27 gennaio – 15 aprile 2017 Gagosian Roma © Giuseppe Penone. Courtesy Gagosian - Credits: Matteo D’Eletto, M3 Studio

A pochi passi da Piazza Barberini, si trova la sede romana di Gagosian, probabilmente la galleria d'arte contemporanea più famosa del mondo con sedi distaccate da New York a Londra, da Parigi ad Hong Kong, da Atene a San Francisco. Impresa al limite del possibile tentare di numerare tutti gli artisti della galleria. Gagosian espone, infatti, gli artisti più famosi e quotati del pianeta in mostre a volte così monumentali da fare invidia ai musei. 

Dove: via Francesco Crispi, 16

Lorcan O' Neill

Richard Long Installation View, 2016 Galleria Lorcan O'Neill - Credits: Courtesy of Galleria Lorcan O’Neill

Lorcan O' Neill è un gallerista di origini irlandesi che ha scelto Roma come sede per la sua galleria oltre dieci anni fa. Da un paio di anni, la galleria si è trasferita in uno splendido spazio nel centro storico frutto della riconversione della scuderia di un palazzo rinascimentale, Palazzo Santacroce. La galleria si sviluppa su più livelli con due spazi espositivi e una terrazza in cui sono esposte sculture ed installazioni. Altissimo il livello degli artisti rappresentati, tra cui spiccano Richard Long, Tracy Emin, Martin Creed, Luigi Ontani e molti altri. 

Dove: Vicolo Dei Catinari, 3

T293

Lucas Blalock, Simon Denny, Maggie Lee, Woody Othello, Hannah Perry, Lui Shtini, Anna Uddenberg Homo Mundus Minor Veduta di installazione 8 febbraio – 11 marzo 2017 - Credits: T293, Roma

La sede romana della galleria napoletana T293 è nel quartiere storico di Trastevere. Dapprima concepito come spazio dedicato al sostegno di artisti emergenti, negli ultimi anni la galleria ha allargato le sue prospettive con un taglio decisamente internazionale. Le mostre alla galleria T293 si distinguono per il piglio curatoriale e per una forte attenzione per le ricerche più sperimentali. 

Dove: Via Ripense, 6

Magazzino d'Arte Moderna

Elisabetta Benassi Letargo, 2016 Veduta dell’installazione Courtesy l’artista e Magazzino, Roma - Credits: Roberto Apa

Magazzino è una delle gallerie di riferimento della scena romana. Si trova nel cuore di Roma a pochi passi da Montecitorio. Vanta una scuderia con artisti italiani ed internazionali di primissimo livello come Jorge Peris, Elisabetta Benassi, Massimo Bartolini, Pedro Cabrita Reis, Mircea Cantor, Jan Fabre, Vedovamazzei e Alessandro Piangiamore.

Dove: Via dei Prefetti, 17

Monitor 

ELISA MONTESSORI, Ogni cosa è un'altra, 2016, installation view Monitor, Roma Courtesy l'artista e Monitor, Roma - Credits: Giorgio Benni

La galleria Monitor si trova all'interno dello splendido Palazzo Sforza Cesarini. Fondata nel 2003 da Paola Capata, la galleria ha, in un primo momento, rivolto la sua attenzione verso giovani artisti che si esprimono attraverso il linguaggio video. Successivamente, Monitor ha ampliato la sua proposta anche ad artisti che prediligono altri linguaggi come la scultura e le installazioni site-specific. 

Dove: Via Sforza Cesarini, 43

Frutta

Ditte Gantriis Sexual Feeling, 2016 installation view, Frutta, Roma courtesy Frutta, Roma - Credits: Roberto Apa

La Galleria Frutta espone artisti giovani e/o emergenti sia italiani che internazionali. Da poco trasferitasi nella nuova sede in zona Trastevere, la galleria ha scelto uno spazio duttile che può facilmente adattarsi ad installazioni ambientali o site-specific. Tra gli artisti rappresentati Alek O., Ditte Gantriis, Jacopo Miliani e Santo Tolone.

Dove: Via dei Salumi, 53

Z2O Sara Zanin gallery

Walled Gardens In An Insane Eden, 2017, Installation View, Room3, z2o Sara Zanin Gallery, Roma - Credits: Sebastiano Luciano

La Galleria Sara Zanin si trova nel cuore di Roma, ad un passo da Piazza Navona, e propone un programma espositivo finalizzato alla ricerca e promozione di giovani artisti italiani e internazionali che utilizzano media diversi, dalla pittura alla fotografia, dalla video-installazione alla performance. Le mostre proposte nascono sempre da progetti site specific appositamente studiati dagli artisti per lo spazio della galleria.

Dove: Via della Vetrina, 21

News
Gabriele Basilico, tra musica e balli
Places
Minimod, la casa trasportatile a misura d’uomo
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto
LightHenge illumina Milano Fall Design Week

LightHenge illumina Milano Fall Design Week

Per tutta la durata del mese di ottobre, l’installazione di suoni e luci firmata da Stefano Boeri per Edison illumina piazza XXV Aprile
Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Si intitola "Metropoli Novissima" e sarà visibile fino al prossimo 15 novembre presso il complesso Monumentale di San Domenico Maggiore di Napoli
Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Una settimana di incontri, talk, workshop e mostre sul rapporto tra design, politiche urbane, grafica e industria 4.0. Cosa vedere e perché