Hotel Eden - Credits: Design Hotels™
Places

Cinque hotel di design ad alta quota

Mentre novembre giunge al termine e le prime nevicate iniziano a imbiancare le cime delle Alpi, si avvicina la stagione dei weekend in montagna, tra hotel di design, giornate sugli sci e momenti di relax nelle Spa.

Un'occasione per disintossicarsi dai ritmi della città e per fare il pieno di aria pulita e panorami mozzafiato, ma anche per rilassarsi in hotel di design che declinano in chiave contemporanea le classiche atmosfere degli chalet, offrendo un'esperienza di pura eleganza alpina.

Abbiamo selezionato 5 hotel sulle Alpi per iniziare a programmare i primi weekend sulla neve.

E pregustarsi le prime fughe dalla città.

Bormio: Hotel Eden

Hotel Eden - Credits: Design Hotels™
Hotel Eden - Credits: Design Hotels™
Hotel Eden - Credits: Design Hotels™
Hotel Eden - Credits: Design Hotels™

A Bormio, un hotel di design che reinterpreta in chiave contemporanea l'architettura tradizionale delle valli. Progettato da Antonio Citterio insieme a Patricia Viel & Partners, l'hotel Eden consiste in una serie di edifici altri e stretti rivestiti in legno e punteggiati da grandi vetrate. Gli interni, sviluppati attraverso l'uso di materiali naturali come il legno e la pelle, sono caratterizzati da arredi dalle linee geometriche, ammorbiditi da dettagli intimi e avvolgenti. Le 27 camere e suite sono rivestite di legno larice BIO europeo, che contribuisce ad abbassare il battito cardiaco e ad aiutare il sonno.

  • Perché l'abbiamo scelto: non la classica vacanza in montagna ma un'esperienza di charme in perfetto equilibrio tra eleganza urbana e alpina.

Austria, Hinterglemm: Hotel Wiesergut

Hotel Wiesergut
Hotel Wiesergut
Hotel Wiesergut
Hotel Wiesergut

Non lontano dalla nota località sciistica Kitzbühel si trova l'Hotel Wiesergut, un albergo a conduzione familiare che è sintesi perfetta tra le tradizioni del luogo e il design minimalista di ispirazione scandinava. L'hotel è composto da una villa centrale e da due strutture laterali progettate dallo studio Gogl & Partner Architects, che accolgono le 7 suites dotate di giardino privato e camino interno, oltre alla Spa panoramica. Le grandi vetrate dei nuovi edifici consentono un'immersione totale nel paesaggio circostante, mentre la cucina del ristorante offre esclusivamente prodotti organici provenienti dalla fattoria collegata all'hotel.

  • Perché l'abbiamo scelto: ideale per chi ha bisogno di uno stacco deciso dai ritmi quotidiani e per chi desidera un soggiorno all'insegna della natura e del relax.

Cervinia: Hotel Principe delle Nevi

Hotel Principe delle Nevi
Hotel Principe delle Nevi
Hotel Principe delle Nevi
Hotel Principe delle Nevi

Gestito dall'italo-scozzese James McNeil a dalla sua compagna Kristin Gynnild, l'Hotel Principe delle Nevi è una piccola oasi di ironica eleganza a Cervinia. Dotato di piscina riscaldata interna ed esterna, l'hotel offre camere e suite che mischiano il classico arredamento degli chalet a tocchi pop. Gli arredi di design, dalle linee essenziali, sono alternati a elementi colorati e giocosi. Il patio esterno, raggiungibile direttamente dalle piste, consente di pranzare con una meravigliosa vista sul Monte Cervino.

  • Perché l'abbiamo scelto: dedicato a chi desidera un weekend sugli sci di lusso e a chi ama il design giovane e frizzante.

Francia, Courchevel: Hotel des Trois Vallées

Hotel des Trois Vallées - Credits: Design Hotels™
Hotel des Trois Vallées - Credits: Design Hotels™
Hotel des Trois Vallées - Credits: Design Hotels™
Hotel des Trois Vallées - Credits: Design Hotels™

Costruito negli anni 50 in una delle mete sciistiche più famose della Savoia, l'Hotel des Trois Vallées ha mantenuto intatte le atmosfere post-moderniste dell'epoca, aggiungendo però dettagli giovani e contemporanei. A farlo sono stati Valéry Grégo, proprietario dell'albergo, e l'architetto Gilles Leborgne, che insieme hanno riportato in vita le atmosfere originali dell'albergo. Gli arredi dell'epoca sono affiancati ad elementi dal design sobrio e moderno, mentre le locandine, i ritagli di giornali e dei rotocalchi vanno ad adornare le pareti delle camere e delle suites dando un accento vintage agli spazi.

  • Perché l'abbiamo scelto: per sentirsi come in un film anni 50, alloggiando in camere di design dal sapore vintage.

Livigno: Hotel Alexander

Hotel Alexander
Hotel Alexander
Hotel Alexander
Hotel Alexander

Recentemente ristrutturato, l'Hotel Alexander offre ambienti intimi caratterizzati da materiali naturali e dai toni caldi del marrone, dell'ocra e del beige. Una vera e propria oasi di relax che combina le tradizioni del luogo all'eleganza di arredi raffinati ed essenziali. Come quelli del ristorante, un luogo di design dall'accento contemporaneo che offre una vista panoramica sulle valli e che unisce la cucina valtellinese a influenze internazionali.

  • Perché l'abbiamo scelto: le camere e le suites uniscono comfort, eleganza e semplicità.
News
La Bailey House di Pierre Koenig è in vendita
Storytelling
Oki Sato: ironico e geniale
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto