Epic-Retreats-primo-pop-up-boutique-hotel-del-Galles-08
Credits: Dragon’s Eye created by Carwyn Lloyd Jones
Places

Epic Retreats, il primo pop-up boutique hotel del Galles

Evocano le leggende e le tradizioni gallesi le otto cabine che compongono l'Epic Retreats, il primo pop-up boutique hotel del Galles. Dotate di un letto matrimoniale, di una zona soggiorno, attezzata con piano cottura, e di servizi privati, sono state realizzate in seguito a un concorso di progettazione lanciato da Visit Wales, ente di promozione turistica di questa nazione del Regno Unito.

Destinate a essere smantellate al termine dell’ Year of Legends 2017 - il programma annuale di celebrazioni che punta a recuperare e far conoscere miti e leggende del territorio - le strutture, una diversa dall'altra, garantiscono agli ospiti una reale immersione nei suggestivi contesti naturalistici locali.

A disposizione di quanti vi soggiorneranno, oltre a un kit di benvenuto con il meglio del made in Wales, sono state messe a punto attività che tra avventura, sport, storia ed enogastronomia permetteranno di cogliere gli aspetti salienti dell'identità gallese. 

Interessanti le soluzioni messe a punto dai progettisti in ciascuna delle "legendary cabins". In Animated Forest, curata dallo studio Miller Kendrick Architects e ispirata alla poesia gallese Cad Goddeu, ampie e sorprendenti aperture lasciano fluire il paesaggio all'interno del rifugio, nel quale il legno è l'autentico protagonista. Il registro cambia in Sky Hut, appositamente sviluppata da Waind Gohil + Potter Architects per offrire agli ospiti la possibilità di scrutare, in prima persona, il magnifico cielo notturno del Galles. Con una copertura completamente apribile, questa struttura si può trasformare in pochi passaggi in una sorta di "osservatorio privato", nel quale dedicarsi alla contemplazione sotto le stelle, con gli occhi aperti sulla volta celeste.

Draghi e altre creature immaginarie, presenza ricorrente nell'immaginario popolare di tutto il mondo, forniscono il punto di partenza anche per alcune delle capsule dell'Epic Retreats, come testimoniano sia Little Dragon, su progetto di Barton Wilmore Architects, che Dragon’s Eye. Quest'ultima, in particolare, creata da Carwyn Lloyd Jones, reinterpreta l'archetipo del "temibile animale alato" in chiave contemporanea, assegnandogli una corazza in acciaio inossidabile e un grande "occhio" puntato sui bellissimi scenari locali. Fino all'11 settembre le cabine resteranno posizionate in vari punti della Llŷn Peninsula, nella zona nord occidentale del Galles.

Credits: Animated Forest created by Francis Arnett
Credits: Animated Forest created by Francis Arnett
Credits: Arthur’s Cave created by Miller Kendrick Architects
Credits: Arthur’s Cave created by Miller Kendrick Architects
Credits: Black Hat created by the Rural Office for Architecture
Credits: Black Hat created by the Rural Office for Architecture
Credits: Dragon’s Eye created by Carwyn Lloyd Jones
Credits: Dragon’s Eye created by Carwyn Lloyd Jones
Credits: Little Dragon created by Barton Wilmore Architects
Credits: Little Dragon created by Barton Wilmore Architects
Credits: Miner’s Legend created by How About Studio
Credits: Miner’s Legend created by How About Studio
Credits: SkyHut created by Waind Gohil + Potter Architects
Credits: SkyHut created by Waind Gohil + Potter Architects
Credits: Slate Cabin created by Trias studio
Credits: Slate Cabin created by Trias studio