SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
SALT of Palmar - Credits: Ph. Tekla Evelina Severin
Places

Un hotel dai colori audaci, sull’isola di Mauritius


L’artista francese Camille Walala, conosciuta per il suo approccio grafico coloratissimo e vivace, ha contribuito alla riqualificazione di un complesso alberghiero, in collaborazione con l’architetto Jean Francois Adam dello studio JFA Architects, situato sulla costa est dell’isola di Mauritius.

SALT of Palmar è il primo di una nuova famiglia di hotel, lanciata da LUX * Resorts & Hotels, presenti sull'Oceano Indiano, in India e in Cina. La struttura è stata concepita come un intervento di architettura ecosostenibile e consentire ai viaggiatori di immergersi nella comunità locale dell’isola.

«Il rapporto che Camille Walala ha con il colore è esattamente il medesima degli abitanti di Mauritius», ha dichiarato Paul Jones, CEO di The Lux Collective. «Per entrambi rappresenta un mezzo per veicolare sentimenti positivi».

Camille Walala è stata chiamata a realizzare il progetto di interni delle 59 stanze di SALT of Palmar, tra pattern geomeotrici ricorrenti a strisce bianche e nere e colori audaci, così come anche le superfici esterne dell’architettura. Insieme alla sua collaboratrice, Julia Jomaa, a partire dallo scorso gennaio, Walala ha esplorato in lungo e in largo l’isola alla ricerca delle tonalità del luogo, così da creare una connessione con l’ambiente circostante.

«Durante la fase di progettazione ho dovuto tenere a mente svariati parametri. Non solo la palette cromatica, ma anche i tessuti, le trame, le superfici, la luce e le funzionalità», spiega Walala. «Inoltre, Mauritius è un luogo piuttosto remoto: ho dovuto mediare tra quella che era l’idea iniziale e il risultato finale, nello stile e nella realizzazione. Proprio perché la struttura sorge in riva al male, sotto il sole battente, e di conseguenza abbiamo optato per materiali resistenti al vento, al calore, alla salsedine e alla luce. In un certo senso è stata una sfida, quella di trovare alternative locali valide. Dopotutto è la filosofia di SALT».

Products
31 must have per l'anno nuovo
News
Dicembre: le mostre di design e architettura
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Una riflessione sul paesaggio marchigiano

Una riflessione sul paesaggio marchigiano

Ad Ancona, una mostra per raccontare il paesaggio storico, umano e naturale sconvolto dal sisma del 2016. Protagonisti Olivo Barbieri, Paola De Pietri e Petra Noordkamp
Gaku, la lampada di Flos firmata Nendo


Gaku, la lampada di Flos firmata Nendo


Per il suo debutto con Flos, il designer giapponese Oki Sato ha disegnato un frame che inquadra, seleziona e illumina i paesaggi domestici
Matera 2019: cinque luoghi suggestivi in cui soggiornare

Matera 2019: cinque luoghi suggestivi in cui soggiornare

Sarà una delle destinazioni must dell'anno nuovo. Come Capitale Europea della Cultura, Matera si prepara ad accogliere un caleidoscopio di eventi. Ecco dove iniziare a prenotare
Una finestra sul lago di Como

Una finestra sul lago di Como

Siamo nella villa dove Gino Sarfatti trascorse gli ultimi anni di vita. E dove i suoi discendenti oggi passano i loro momenti di relax circondati dal design luminoso di cui fu protagonista assoluto
L’universo Olivetti in mostra a Torino

L’universo Olivetti in mostra a Torino

Una selezione di 70 scatti d’autore per conoscere la storia di Olivetti: da Ugo Mulas ad Alberto Fioravanti, da Giorgio Colombo a Tim Street-Porter. Fino al prossimo 24 febbraio