Pareti curvilinee e delicati riverberi di luce caratterizzano nuovo ristorante firmato Kengo Kuma - Credits: Masao Nishikawa
Cilindri trasparenti creano perimetri intangibili e delicati. È l'ultimo progetto firmato dallo studio Kengo Kuma and Associates - Credits: Masao Nishikawa
Fiori delicati interrompono l'armonia dei cilindri in acrilico
Luci d'atmosfera, legno e bambù decorano le pareti del bar - Credits: Masao Nishikawa
I cilindri in acrilico rendono le pareti quasi impercettibili e lo spazio etereo - Credits: Masao Nishikawa
Bambu sospesi a diverse altezze delineano i perimetri della zona bar e della libreria dei vini - Credits: Masao Nishikawa
Places

Nacrée: in Giappone il nuovo ristorante firmato Kengo Kuma

Uno spazio etereo, dove pareti curvilinee creano delicati riverberi di luce. Questa la  leggerezza interpretata dallo studio giapponese Kengo Kuma and Associates che firma il nuovo ristorante Nacrée, a Miyagi.

Qui la cucina francese di alta qualita si snoda tra pareti sinuose e fluttuanti, composte da elementi cilindrici sospesi in acrilico trasparente. La scelta di questi elementi architettonici non convenzionali si ripete nella seconda sala, più oscura e materica. Elementi in bambù sospesi a diverse altezze e luci soffuse circondano l'area bar e la libreria dei vini creando un'atmosfera più intima e rilassante.

All'armonia intangibile dei perimetri e degli ambienti lo studio Kengo Kuma and Associates oppone il carattere deciso dei soffitti a vista. Unico tema ricorrente le forme cilindriche delle tubature a vista.

I fiori, incastonati nelle pareti delle due sale, decorano anche porcellane e tavoli creando uno scenario quasi fiabesco.

Lo chef, rigorosamente giapponese, ha precedentemente lavorato per Astrance, ristorante parigino premiato con le tre prestigiose stelle Michelin. Una tappa d'obbligo per tutti gli appassionati di architettura e buon cibo.