Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Credits: Linda Bergroth / Suomi 100 / Paris
Places

Un assaggio di Finlandia a Parigi

Un’immersione nella cultura scandinava, ma sulla Rive Gauche. Questo è Koti bed & breakfast, che avrà luogo nel cuore di Parigi e permetterà un assaggio di design e stile di vita nordico per 100 giorni a partire dal prossimo gennaio. L’occasione è celebrare i 100 anni dalla dichiarazione di indipendenza della Finlandia dalla repubblica bolscevica, con il progetto collettivo Mobile Home 2017.

Quello presentato dall’Istituto finlandese in Francia consiste in un display di cottage di legno, i tradizionali attia finlandesi, disegnati dall’architetto Linda Bergroth che ne ha curato anche gli arredi e il contenuto: i mobili di Mattila & Merz for Nikari; tessili e accappatoi di Lapuan Kankurit; gli accessori per la tavola di Nathalie Lahdenmäki; quelli per il caffè di Wesley Walter and Salla Luhtasela; e le lampade Innolux programmate per simulare la luce del sole e avere un risveglio naturale.

Il tutto è pensato per riprodurre l’esperienza dell’estate svedese nelle casette mobili in legno a contatto con la natura. Le stanze danno su degli spazi comuni dove è possibile mangiare e incontrarsi, per favorire momenti di convivialità (illuminati da una lampada olio) mentre per i solitari c’è una ricca compilation di film, documentari e musica da consumare nella propria alcova. La colazione è naturalmente svedese, con pane nero, burro salato e bacche.

Sono già aperte le prenotazioni di questo singolare bed and breakfast sulla Senna e, per tutto il periodo di permanenza, l’installazione sarà animata anche da una serie di eventi, dibattiti e concerti.

Storytelling
La versione di Flexform
News
Tokyo, l'indagine sulla quotidianità della mostra Design Anatomy
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”