La Manufacture Paris - Credits: Foto: Francois Coquerel
La Manufacture Paris - Credits: Foto: Francois Coquerel
La Manufacture Paris - Credits: Foto: Francois Coquerel
La Manufacture Paris - Credits: Foto: Francois Coquerel
La Manufacture Paris - Credits: Foto: Francois Coquerel
La Manufacture Paris - Credits: Foto: Francois Coquerel
Places

Il nuovo negozio La Manufacture a Parigi

In un momento in cui impazzano i concept store, il marchio La Manufacture sceglie di andare controcorrente e aprire una boutique a Parigi, in 3, rue Édouard VII, nel cuore del 9° arrondissement.

Fondato dall'imprenditore libanese Robert Acouri, La Manufacture unisce moda e design in una serie di collezioni che fondono quel certo je ne sais quoi dello stile francese con l'eccellenza dell'artigianato made in Italy. Ad affiancare Acouri sono Luca Nichetto, nel ruolo di Art Director, e Milena Laquale, Head of the Fashion Collection: dall'incontro delle loro idee nascono linee di abiti, accessori e oggetti per la casa dal carattere senza tempo. A contribuire alla prima collezione sono stati alcuni dei designer più celebri al mondo, come Oki Sato dello studio Nendo, Ben Gorham di Byredo, Patrick Norguet, Sebastian Herkner, Emma Boomkamp, Todd Bracher, Marco Dessí e Elena Salmistraro.

Il progetto del negozio è strettamente legato al marchio stesso, e la progettazione dello spazio, che si sviluppa a forma di U su una superficie di 250 mq, è stata affidata a Luca Nichetto.

Gli interni sono stati pensati per accogliere i visitatori in uno spazio piacevole e informale, dove tutti sono liberi di incontrarsi, chiacchierare e guardare gli abiti e gli oggetti esposti. L'idea è quella di scardinare le classiche barriere che dividono la vita professionale e quella privata, e tra il retail e l'ospitalità.

«A seconda della configurazione degli elementi interni, all'interno della nuova boutique è possibile creare aree diverse. Si tratta di uno spazio versatile, con una grande flessibilità per ospitare mostre o eventi, come se fosse un contenitore che può essere interpretato in vari modi», ha spiegato Luca Nichetto.

Lo spazio è impreziosito da materiali naturali pregiati come il legno e il marmo, che contribuiscono a creare un'atmosfera calda e confortevole, mentre alle pareti la palette cromatica è caratterizzata da una gamma di tonalità morbide, come il crema e il greige.