Places

Lego House vista dai droni

Milano Design Film Festival

In attesa della prossima apertura il 29 settembre, lo studio danese BIG - Bjarke Ingels ci aggiorna con un video realizzato attraverso droni sul grande edificio della Lego House a Billund (Danimarca). Le riprese aeree, infatti, sono la descrizione più immediata del concept del progetto che cita i mattoncini Lego in grande scala. Letteralmente una “costruzione”, l’architettura è composta da 21 volumi parallelepipedi, da terrazzamenti che si compenetrano e da un coronamento che cita il mattoncino 2x4 in versione oversize. L’idea del salto di scala e che dalla piccola unità, il mattoncino, si possano costruire grandi cose è ciò che permea il progetto che, anche nelle planimetrie, è composto da moduli Lego ripetuti.

L’edificio di circa 12 mila mq vuole essere un “experience center” sul mondo Lego. È aperto al pubblico, con piazze coperte ai piani terra e aree a tema nei vari livelli. Sono attesi oltre 250 mila visitatori l’anno e ben 2.500 come picco nei week end. «La citazione del mattone Lego è stata incorporata nell’architettura in modo semplice ma ingegnoso e rende la creatività sistematica che sta al cuore di tutto il gioco», spiega Jesper Vilstrup, direttore generale dell’azienda danese.

Il drone che sorvola l’edificio rende non soltanto la complessità della costruzione, consentendoci una veduta altrimenti inaccessibile, ma anche il colore dei terrazzamenti, fattore che dalla vista al suolo non si percepisce. Il video rende manifesta la composizione dei 21 volumi e le grandi finestre che catturano il massimo della luce e restituiscono la continuità tra esterni e interni, e tra i differenti livelli altimetrici. Le aperture sul coronamento – il mattoncino 2x4 – sono degli “occhi” sul cielo danese.

Il 2017 è stato un anno particolarmente felice per BIG con oltre 20 progetti in corso. Anno anche della consacrazione internazionale dell’eccentrico architetto Bjarke Ingels, che ama “mettere la faccia” nei suoi progetti – frequenti i video (non amatoriali) in cui spiega i progetti del suo studio. È un progettista consapevole del profondo ruolo di amplificatore mediatico dei social (il suo profilo Instagram ha oltre 330 mila followers). Bjarke Ingels è protagonista anche del biopic Big Time del regista Astrup Schröderè, dedicato agli ultimi cinque anni di carriera. Diversa dai documentari biografici più tradizionali, la pellicola esplora anche l’aspetto fragile di questa esuberante personalità. In anteprima italiana al Milano Design Film Festival.

Products
Il tavolo Grand Prix di Arne Jacobsen è di nuovo in produzione
News
Tutte le novità di FuoriCinema 2017
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Un progetto di tesi realizzato dagli studenti di IED Roma che mette insieme design e sostenibilità
Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Nasce il primo museo indipendente d'arte contemporanea a Dubai. Un centro dedicato alla creatività che scorre nelle regioni del Golfo, alla ricerca delle trame che ne compongono l'identità
Sei architetti chef per una sera

Sei architetti chef per una sera

Succede a Venezia, in occasione di ArchichefNight 2018: martedì 20 novembre l’architettura si sposta ai fornelli
Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Una partnership green che guarda al futuro, per un uso efficiente delle risorse all’interno degli spazi espositivi, evitando sprechi energetici
70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi, omaggia l’universo dei prodotti targati Coop nel panorama delle proposte italiane