Places

Lego House vista dai droni

Milano Design Film Festival

In attesa della prossima apertura il 29 settembre, lo studio danese BIG - Bjarke Ingels ci aggiorna con un video realizzato attraverso droni sul grande edificio della Lego House a Billund (Danimarca). Le riprese aeree, infatti, sono la descrizione più immediata del concept del progetto che cita i mattoncini Lego in grande scala. Letteralmente una “costruzione”, l’architettura è composta da 21 volumi parallelepipedi, da terrazzamenti che si compenetrano e da un coronamento che cita il mattoncino 2x4 in versione oversize. L’idea del salto di scala e che dalla piccola unità, il mattoncino, si possano costruire grandi cose è ciò che permea il progetto che, anche nelle planimetrie, è composto da moduli Lego ripetuti.

L’edificio di circa 12 mila mq vuole essere un “experience center” sul mondo Lego. È aperto al pubblico, con piazze coperte ai piani terra e aree a tema nei vari livelli. Sono attesi oltre 250 mila visitatori l’anno e ben 2.500 come picco nei week end. «La citazione del mattone Lego è stata incorporata nell’architettura in modo semplice ma ingegnoso e rende la creatività sistematica che sta al cuore di tutto il gioco», spiega Jesper Vilstrup, direttore generale dell’azienda danese.

Il drone che sorvola l’edificio rende non soltanto la complessità della costruzione, consentendoci una veduta altrimenti inaccessibile, ma anche il colore dei terrazzamenti, fattore che dalla vista al suolo non si percepisce. Il video rende manifesta la composizione dei 21 volumi e le grandi finestre che catturano il massimo della luce e restituiscono la continuità tra esterni e interni, e tra i differenti livelli altimetrici. Le aperture sul coronamento – il mattoncino 2x4 – sono degli “occhi” sul cielo danese.

Il 2017 è stato un anno particolarmente felice per BIG con oltre 20 progetti in corso. Anno anche della consacrazione internazionale dell’eccentrico architetto Bjarke Ingels, che ama “mettere la faccia” nei suoi progetti – frequenti i video (non amatoriali) in cui spiega i progetti del suo studio. È un progettista consapevole del profondo ruolo di amplificatore mediatico dei social (il suo profilo Instagram ha oltre 330 mila followers). Bjarke Ingels è protagonista anche del biopic Big Time del regista Astrup Schröderè, dedicato agli ultimi cinque anni di carriera. Diversa dai documentari biografici più tradizionali, la pellicola esplora anche l’aspetto fragile di questa esuberante personalità. In anteprima italiana al Milano Design Film Festival.

Products
Il tavolo Grand Prix di Arne Jacobsen è di nuovo in produzione
News
Tutte le novità di FuoriCinema 2017
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi