Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Credits: Ph. Andrea Martiradonna
Places

M89 Hotel, una nuova destinazione business a Milano

Dna industriale e un tocco di contemporaneità. Il nuovo M89 Hotel di Milano si affaccia sui capannoni che un secolo fa ospitavano una delle più grandi realtà dell’aviazione e che ospitano la sede di Gucci Hub, il nuovo headquarter della casa di moda fiorentina firmato Piuarch inaugurato lo scorso settembre. A pochi mesi di distanza, lo studio milanese è tornato a lavorare sull’area progettando una nuova struttura ricettiva dedicata al business in equilibrio con l'architettura preesistente, rafforzando l’identità del distretto.

Gli esterni di M89 Hotel evocano la sagoma dei capannoni: il piano terra è caratterizzato da un’ampia vetrata schermata da una griglia metallica, mentre il tetto riprende il sistema a shed di matrice industriale che arretra e lascia spazio a una terrazza delimitata da vetrate a tutta altezza dove trova spazio il ristorante panoramico affacciato sulla città.

Gli interni rispecchiando il gusto essenziale degli esterni attraverso una palette colore che va dal grigio antracite al bianco e al verde. Qui trovano spazio elementi di arredo contemporanei mescolati a icone anni Cinquanta e stampe che riproducono il patrimonio architettonico della fabbrica ex Caproni.

«Non c’è nulla di superfluo e la decorazione è assicurata dall'accostamento dei materiali e dalla funzionalità distributiva, per un progetto che crea una corrispondenza tra interno ed esterno e che assegna al coronamento e alla sua sagoma sfaccettata il vero ruolo di protagonista dell’intervento», spiega lo studio milanese.

Dal primo al quinto piano sono distribuite le 50 stanze e le 5 suite, al cui interno viene invertita la disposizione dei colori scelta per le aree pubbliche: le pareti sono ora intonacate di bianco e il soffitto è invece antracite. Dotate rispettivamente di una superficie di 24 mq e 42 mq, le camere si differenziano nelle finiture, maggiormente curate nelle suite che risultano impreziosite da un pavimento in parquet di rovere e da boiserie in essenza di noce.

News
Il Festival del Paesaggio di Anacapri
Places
Ristoranti a Copenhagen: gli indirizzi di design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Un progetto di tesi realizzato dagli studenti di IED Roma che mette insieme design e sostenibilità
Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Nasce il primo museo indipendente d'arte contemporanea a Dubai. Un centro dedicato alla creatività che scorre nelle regioni del Golfo, alla ricerca delle trame che ne compongono l'identità
Sei architetti chef per una sera

Sei architetti chef per una sera

Succede a Venezia, in occasione di ArchichefNight 2018: martedì 20 novembre l’architettura si sposta ai fornelli
Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Una partnership green che guarda al futuro, per un uso efficiente delle risorse all’interno degli spazi espositivi, evitando sprechi energetici
70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi, omaggia l’universo dei prodotti targati Coop nel panorama delle proposte italiane