Places

Milano, nuovi indirizzi tra design e architettura

Non c'è solo l'opera prima in Italia del duo svizzero Herzog & de Meuron tra le novità architettoniche all'interno del tessuto urbano della città di Milano. I due blocchi di Fondazione Feltrinelli - uno dei quali occupato da Microsoft House che ha fatto da cornice agli Icon Design Talks - hanno ridegnato l'aspetto via Pasubio, conducendo in zona Porta Nuova una reinterpretazione contemporanea della cascina, tipica della campagna lombarda.

Nel corso del prossimo triennio, la città del primo Bosco Verticale progettato da Stefano Boeri, continuerà a nutrirsi di nuova linfa architettonica. Presentati lo scorso novembre, nel corso di una mostra e di una serie di incontri pubblici alla Triennale di Milano, cinque degli edifici che sorgeranno nel capoluogo lombardo porteranno la firma dello studio Mario Cucinella Architects. Proprio nell'area di Porta Nuova sorgeranno il nuovo Centro Direzionale Gruppo Unipol, con i suoi 22 piani e una serra-giardino panoramica, e la sede COIMA; con uno sviluppo di 2000 mq, è prevista entro il 2017. In Corso Venezia, l'architetto sta progettando un museo etrusco ipogeo, su incarico della Fondazione Luigi Rovati. Due, infine, i cantieri nei quali MCA si misura con il tema della cura della persona e della malattia: la Città della Salute e della Ricerca a Sesto San Giovanni, il cui masterplan porta la firma di Renzo Piano Building Workshop, e il Nuovo Polo Chirurgico e delle Urgenze destinato all'Ospedale San Raffaele.

Tra i processi di rigenerazione più attesi in città, infine, si segnala Scali Milano. L'iniziativa, promossa da FS Sistemi Urbani, in collaborazione con Comune di Milano e con il patrocinio di Regione Lombardia, "promuove un processo partecipato, inclusivo e collaborativo, di rigenerazione urbana sostenibile delle aree ferroviarie dismesse nella città di Milano". Cinque i team multidisciplinari coinvolti; a guidarli altrettanti architetti di fama internazionale: Stefano Boeri, Cino Zucchi, Benedetta Tagliabue, Mecanoo e MAD Architects.

Osservatorio by Fondazione Prada

Dallo scorso dicembre, Fondazione Prada "ha fatto il bis". Dopo l'intervento di OMA, in via Isarco, è il cuore di Milano ad accogliere il nuovo Osservatorio. Distribuito su due livelli - quinto e sesto piano - in Galleria Vittorio Emanuele, questo spazio espositivo concede una vista inedita sulla cupola in vetro e ferro, risalente agli anni Sessanta del 1800, che sormonta l'Ottagono. Osservatorio orienta la propria mission culturale verso la fotografia contemporanea; fino al 14 maggio prossimo ospita "Give Me Yesterday" la mostra d'esordio - nella gallery di Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti - con quattrordici nomi emergenti della scena internazionale.

Fornasetti store

Credits: Courtesy Fornasetti
Credits: Courtesy Fornasetti
Credits: Courtesy Fornasetti
Credits: Courtesy Fornasetti
Credits: Courtesy Fornasetti

Non è un indirizzo qualsiasi Corso Venezia 21, angolo via Senato, a Milano. Proprio nel palazzo in stile neoclassico nel quale visse il giovane Filippo Tommaso Marinetti, dallo scorso autunno ha sede il nuovo negozio Fornasetti. Segnalato da sette vetrine su strada e sviluppato in tre livelli, lo store incoraggia tanto alla contemplazione quanto all'esplorazione. Le stanze in successione, contraddistinte ciascuna da un colore proprio, sono popolate dalle oniriche creazioni firmate Fornasetti, in un allestimento altrettanto sognante. Un debole per il vintage? Non perdete la sala arredata con arredi e dettagli d'epoca.

The Botanica Club

Con due sedi - in via Pastrengo, 11 e in via Tortona, 33, aperte a circa un anno di distanza una dall'altra - The Botanica Club impiega un comune registro sul fronte dell'interior design, votato all'eleganza, per regalare un'esperienza di piacere. Ottone, ferro battuto, legno scuro, luci ad effetto, scenografiche piante caratterizzano gli interni di entrambi i locali che condocono a Milano un modello già ampiamente diffuso all'estero. Si tratta infatti dei primi "Small Batch Gin distillery" d'Italia, vere e proprio microdistillerie nelle quali, tra alambicchi e misteriose boccette in vetro, c'è spazio per degustare e per incantarsi.

Muddica by DiDeA

Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA
Credits: @DiDeA

In zona Porta Romana, lo Studio DiDeA ha riconvertito una sartoria di appena 50 metri quadri in un nuovo locale che promette di struzzicare il palato grazie alle eccellenze della gastronomia siciliana. Da Muddica si può sperimentare e acquistare il meglio della sterminata proposta gourmet dell'isola, in una dimensione informale e accogliente. Legno pino di Svezia e lastre di ferro grezzo definiscono l'identità materica degli interni, dotati di arredi su misura disegnati dallo studio e realizzati da artigiani siciliani. La palette cromatica è ampliata dalle mattonelle esagonali di gres grigio, scelte per il pavimento, e dal rivestimento, in piastrelle bianche, del retro bancone. Fondato da Nicola Giuseppe Andò, Emanuela di Gaetano, Alfonso Riccio, Giuseppe De Lisi, lo studio associato DiDeA ha sede a Palermo. Con un approccio che privilegia l'analisi preventiva del contesto urbano e storico di inserimento, è attivo in diversi segmenti della progettazione architettonica. 

Milano Design Week
Le sedie più belle presentate al Salone del Mobile 2017
Milano Design Week
Il futuro della mobilità
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Elettrodomestici di design: un po

Elettrodomestici di design: un po' di novità

Da scoprire nel servizio fotografico di Thomas Albdorf, con il set design di Cameranesi & Pompili e la moda di Fabiana Fierotti
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini