Credits: Victoria and Albert Museum, Londra
Credits: Victoria and Albert Museum, Londra
Credits: Victoria and Albert Museum, Londra
Credits: Victoria and Albert Museum, Londra
Credits: Victoria and Albert Museum, Londra
Places

L’ampliamento del Victoria and Albert Museum di Londra

Dopo sei anni di lavori il nuovo Exhibition Road Quarter del Victoria and Albert Museum di Londra è pronto per accogliere i primi visitatori con un corposo calendario di appuntamenti.

Il progetto di ampliamento ha visto il coinvolgimento dell’architetto Stirling Prize Amanda Levete, reduce dal successo con la realizzazione del MAAT di Lisbona inaugurato lo scorso ottobre. «V&A Exhibition Road Quarter riflette l’identità pionieristica del V&A e continua la sua missione di innovazione nel XXI secolo. Il nuovo Quarter reinterpreta il museo come un progetto urbano, creando un eccezionale spazio per Londra che ridefinisce il rapporto tra il V&A, la strada e il pubblico», ha spiegato l’architetto.

L’intervento prevede la trasformazione del cortile della boiler house, che diviene porta d’accesso al celebre museo britannico su Exhibition Road. Dalla Sackler Courtyard, la prima piazza al mondo rivestita da 11mila mattonelle di porcellana fatte a mano e ispirate alla ricca collezione di ceramiche del V&A, i visitatori giungono nella Blavatnik Hall, un nuovo ingresso che trasforma e arricchisce l’esperienza di visita. Sainsbury Gallery, la nuova galleria interrata da 1100 metri quadri priva di colonne, sarà la cornice per una serie di esposizioni temporanee che animeranno il V&A a partire dal prossimo autunno.

Per celebrare l’apertura del nuovo spazio, dal 30 giugno al 7 luglio, il museo londinese presenta il festival REVEAL che, tra le altre, ospita opere di Tomás Saraceno, Ron Arad, Jonathan Barnbrook, Greenaway & Greenaway, Toru Ishii, Leyla Reynolds e Zandra Rhodes.