Raffaella Guidobono
Places

A Palermo con Raffaella Guidobono

Dopo Firenze e Milano, i City Tour di Icon Design si spostano verso sud per approdare a Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018 e teatro della biennale d'arte contemporanea Manifesta12 (dal 16 giugno fino al 4 novembre). A farci da guida questa volta è Raffaella Guidobono, che con il suo studio Leftover, fondato nel 2012 con Alfred von Escher, realizza opere di design "tailor-made" per hotel, bar, ristoranti e abitazioni private.

Sebbene la loro attività si svolga tra Palermo, Milano e Zurigo, le loro creazioni sono disseminate per tutta Europa. Da BASE a Milano innanzitutto, dove hanno partecipato alla progettazione degli interni della guest-house, del Burò e del bar/ristorante. Oppure a Roma, al G-Rough Hotel, dove Raffaella e Alfred hanno collaborato con l'architetto Giorgia Cerulli per la realizzazione del bar, la cucina e la reception. O ancora, ad Amsterdam, alla Locanda Joordan, in cui è possibile trovare le loro superfici in resina sui tavoli di Mezzo Atelier, e a Zurigo, presso gli uffici di E-toy Corporation.

Palermo però, rimane la città dove Raffaella ha scelto di vivere e dove ha deciso di sviluppare gli ultimi progetti. Come il Caffè Letterario Garibaldi, un luogo magico dove fermarsi per un buon bicchiere di vino, per cui Leftover ha progettato il bancone, i tavoli e l'illuminazione. A fare da filo rosso attraverso le opere dello studio è una filosofia tutta incentrata sulla priorità al dettaglio, che abbraccia il motto di Charles Eames "I dettagli non sono dettagli: sono l'essenza del design". Altra missione di Raffaella e Alfred è quella di far emergere la bellezza dei materiali naturali come il legno, il marmo e l'ottone. Un obiettivo e un'attenzione minuziosa ai particolari che sono rintracciabili anche in uno degli ultimi progetti dello studio: Sour, un brand che prevede la collaborazione di designer selezionatissimi. La collezione include una linea di taglieri in marmo e legno lanciata durante la fiera Operae 2017 (realizzata in collaborazione con l'architetto Philippos Zannettos e studio MC22), ma anche rivestimenti e soluzioni per l'illuminazione, con alcune novità - come il rivestimento Paillettes per BottegaNove, composto da paillettes smaltate oro 24 carati - che verranno presentate presso la mostra collettiva Souvenir durante il Fuorisalone 2018. Sì, perché del Fuorisalone, Raffaella sarà una delle protagoniste, con la curatela del progetto Souvenir Milano per il Brera Design Apartment.

Ecco i suoi luoghi preferiti di Palermo, da tenere sottomano per Manifesta12.

Mazzini 30

Mazzini 30
Mazzini 30

Qui, si mangia e si beve l'arte palermitana grazie a piatti e cocktail ispirati ad alcuni personaggi illustri della città. Qualche esempio? Franca Florio, donna dal fascino magnetico che fu ritratta da Giovanni Boldini in un celebre dipinto. Oppure Ettore Maria Bergler, uno dei maggiori esponenti della pittura Liberty. Il tutto, in un ambiente caldo e accogliente dominato dai toni del blu. «Il locale è stato ideato e curato in ogni dettaglio da Fatima Costa, designer agrigentina dalla grande determinazione», ci racconta Raffaella. Un bar/ristorante per immergersi nella storia della città e per gustarne sapori e odori.

  • Dove: via Giuseppe Mazzini, 30

Bisso Bistrot

Bisso Bistrot - Il menu
Bisso Bistrot - Il menu

Nella storica Libreria Dante, è nato nel 2014 un bistrot che unisce piatti della tradizione palermitana e siciliana - come caponata di melanzane, pasta alla norma e cous cous di pesce - a ricette dedicate a celiaci e vegani. «Bisso Bistrot è uno dei miei ristoranti preferiti a Palermo, un luogo unico, disegnato dallo studio di architettura di Tomaso Garigliano», commenta Raffaella. La ristrutturazione del locale ha saputo mantenere vivo l'antico fascino della libreria, ed è ancora possibile acquistare libri.

  • Dove: Via Maqueda, 172A

Perciasacchi

Perciasacchi
Perciasacchi
Perciasacchi

Utilizzare solo ed esclusivamente materie prime provenienti da piccoli produttori locali: è questa la filosofia del ristorante con pizzeria Perciasacchi. «Qui si viene per una pizza o un'abbondante pasta di grani antichi e ingredienti DOP, con l'approccio prioritario alla qualità suprema delle farine primitive di Filippo Drago». Il locale prende il nome dal Perciasacchi, il più pregiato grano antico siciliano. Le pizze sono prodotte con grani duri antichi siciliani macinati a pietra e lievito madre, per un'alta digeribilità. Ottimo anche come meta per l'aperitivo, per bere cocktail accompagnati da piccoli piatti realizzati con ingredienti freschi e di stagione.

  • Dove: Piazza del Monte di Pietà, 5/7

OM by Oliveri

OM by Oliveri
OM by Oliveri

Il regno del design a Palermo. Da OM by Oliveri è possibile trovare una selezione accuratissima di arredi, tessili, porte e infissi, oggettistica e illuminotecnica. «OM ha in esclusiva tutte le aziende leader per gli interni con ricerca arricchita dal recente showroom Boffi - DePadova», commenta Raffaella. Dalla cucina al bagno passando per le superfici e l'area wellness & spa, OM by Oliveri offre soluzioni eleganti e dall'accento contemporaneo.

  • Dove: Via delle Croci, 11

Libreria Dudi

Libreria Dudi
Libreria Dudi

Una libreria per bambini, ma non solo. Dudi è un luogo aperto a tutti, che offre non soltanto laboratori creativi per i più piccoli ma anche percorsi e seminari per gli adulti. «Animata dalla fondatrice Maria Romana Tetamo (che sarà responsabile didattica per Manifesta12), la libreria Dudi sfida a prendere il vizio di leggere fin da piccoli. Con Leftover abbiamo realizzato i tavoli e gli sgabelli del bar interno al negozio. Li abbiamo fatti di altezze diverse, per stare al passo con la crescita dei microlettori». Prendendo in prestito il motto «Giocare è una cosa seria!» di Bruno Munari, Maria Romana Tetamo ha voluto creare uno spazio non solo dedicato all'apprendimento e alla lettura, ma anche al gioco e alla creatività.

  • Dove: Via Quintino Sella, 71

Museo Archeologico Salinas

Museo Salinas
Museo Salinas
Museo Salinas

«Museo Archeologico Salinas, ovvero l'archeologia esposta come solo una città plasmata da mille dominazioni sa fare.» Lo definisce così Raffaella il Museo Salinas, che continua: «Due volte all'anno si apre a una programmazione del curatore Valentina Bruschi con installazioni site-specific di arte contemporanea che ragionano sui reperti e li rielaborano nel presente». Il nuovo percorso espositivo si sviluppa attorno ai due splendidi chiostri, da cui si accede alle collezioni e ad alcune opere mai esposte prima, provenienti dagli scavi promossi nell’800 dalla Commissione di Antichità e Belle Arti. Una tappa imperdibile per Raffaella, che aggiunge un altro suggerimento: «In attesa della rivelazione del museo nel principesco Palazzo Butera, consiglio anche le visite guidate di Santo Giunta per una riscoperta di Palazzo Abatellis sulle orme di Carlo Scarpa. Un pellegrinaggio indispensabile a Palermo».

  • Dove: Piazza Olivella, 24

Orto Botanico

Orto Botanico
Orto Botanico
Il calendario del progetto di Ignazio Mortellaro all'Orto botanico.

È tra le più importanti istituzioni accademiche italiane ed è considerato un museo a cielo aperto. L'Orto Botanico dell'Università di Palermo è nato più di duecento anni fa e ospita innumerevoli specie vegetali, molte delle quali tropicali e subtropicali. «Soltanto l'Orto Botanico vale il viaggio a Palermo. Inoltre, per Manifesta12, l'artista Ignazio Mortellaro aprirà qui un'installazione-biblioteca permanente di volumi internazionali sulla Botanica», ci rivela Raffaella. Per gli appassionati di botanica, un vero e proprio paradiso. Ma anche per i meno esperti: qui si viene per immergersi in un luogo sospeso nel tempo e nello spazio e per perdersi tra serre, erbari, giardini e piante provenienti da luoghi lontani.

  • Dove: via Lincoln, 2
Milano Design Week
Fuorisalone 2018: la seconda edizione di Isola Design District
Places
Play Park: Osteria ai Pioppi
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi