Claudia Comte - 128 squares and their demonstrations - Credits: © Claudia Comte. Courtesy Domaine du Muy. Photo: JC Lett
Places

Itinerari tra arte contemporanea e natura

Se le vacanze sono ormai un ricordo, vale la pena organizzare una fuga di fine estate per prolungare il più possibile la spensieratezza estiva.

E prima di chiudersi nelle gallerie e nei musei, perché non visitare qualche parco scultura in giro per l'Europa, per scoprire installazioni e sculture suggestive immerse nella natura.

Sono tanti i parchi che consentono di passeggiare nel verde ammirando opere d'arte en plein air. C'è lo Skulpturenpark Waldfreie, fondato dallo scultore britannico Tony Cragg: un'oasi d'arte allestita in un bosco incantato attorno a Wuppertal, in Germania. Oppure, nella zona del Var, in Provenza, c'è il Domaine du Muy, dove le sculture di grandi artisti contemporanei dialogano con pini marittimi e cespugli di lavanda. O ancora, in Austria, a pochi chilometri da Graz, c'è l'Austrian Sculpture Park, un parco punteggiato da installazioni ironiche e stravaganti.

Ecco tre idee per un week end all'estero decisamente alternativo.

Graz. Austrian Sculpture Park

Tiger Stealth II - Stefan Kristoferitsch
Peter Weibel
Reiterer Werner

Annesso al Joanneum Universal Museum di Graz, l'Austrian Sculpture Park accoglie una lunga serie di sculture che interagiscono con l'ambiente circostante in modo inaspettato. Tema del percorso espositivo è il rapporto tra umanità, arte e natura: una relazione su cui ironizzare, ricca di elementi inattesi e sorprendenti. Fondato nel 2003, il parco consiste in 70 opere d'arte immerse nel paesaggio progettato dal designer Dieter Kienast. L'esposizione, curata da Elisabeth Fiedler, ripercorre la storia della scultura nelle sue evoluzioni più significative, dalla scultura antropomorfa fino a quella concettuale dei giorni nostri. Un luogo in cui perdersi e lasciarsi stupire dalle gigantesche opere d'arte, molte delle quali realizzate da artisti austriaci come Wolfgang Becksteiner, Erwin Bohatsch e Martin Schnur.

  • Dove: Universalmuseum Joanneum, Mariahilferstraße 4, 8020, Graz, Austria.

Domaine du Muy

Domaine du Muy - Credits: Courtesy Domaine du Muy. Photo: JC Lett
Domaine du Muy - Credits: Courtesy Domaine du Muy. Photo: JC Lett
Marta Pan Lentilles flottantes, 1994-2017 - Credits: © Marta Pan. Courtesy Domaine du Muy. Photo: J.C. Lett

Da oltre 30 anni, Jean-Gabriel Mitterrand organizza mostre di arte contemporanea nella sua galleria del Marais, a Parigi. Nell'arco della sua carriera, ha sempre coltivato un sogno: quello di creare una galleria a cielo aperto. Nel 2014 riesce a realizzarlo insieme al figlio Edward fondando Domaine de Muy, parco scultura immerso nella vegetazione dell'Esterel, in Provenza. Le quaranta opere provenienti da artisti, contesti e discipline diverse animano i boschi di pini, i cespugli di erbe aromatiche e gli specchi d'acqua. L'esposizione è in costante trasformazione: quest'anno, le opere di Yayoi Kusama, Carlos Cruz-Diez e Dan Graham hanno lasciato il posto a quelle di Mark Handforth, Tony Smith e Marta Pan. Tra gli artisti presenti, Carsten Höller, Anne e Patrick Poirier, Sol LeWitt e Andrea Zittel. Per un ultimo tuffo nella splendida natura mediterraea.

  • Dove: 83 Chemin des Leonards, 83490 Le Muy, Francia.

Skulpturenpark Waldfrieden

Skulpturenpark Waldfrieden
Henry Moore - Large Interieur 1981 - Credits: The Henry Moore Foundation, Foto: Michael Richter
Bogomir Ecker - Odolop, 2012 - Skulpturenpark Waldfrieden

Considerato tra i più grandi scultori viventi, l'artista britannico Tony Cragg vive dal 1977 nella cittadina di Wuppertal, a circa 30 km da Düsseldorf, in Germania. Nel 2006 ha l'idea di cercare un luogo in cui immergere le proprie opere, creando un'esposizione permanente: i 16 ettari di foresta che circondano Villa Waldfrieden, ricostruita dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale dall'architetto Franz Krause, diventano così lo sfondo delle sue opere visionarie. Dal 2008, anno della sua fondazione, lo Skulpturen Park Waldfrieden accoglie i visitatori offrendo non solo un percorso attraverso la carriera dello scultore, ma anche attraverso l'opera di artisti contemporanei come Richard Deacon, Thomas Schütte, Wilhelm Mundt, Eva Hild e Bogomir Eckers. Accanto al parco poi, la Cragg Foundation ospita mostre temporanee di scultori contemporanei. Da non perdere quella dedicata all'artista svedese Eva Hild (fino al 27 gennaio 2019).

  • Dove: Hirschstraße 12, 42285 Wuppertal, Germania.
Places
Ristoro con vista: gli approdi scenici in giro per l'Italia
News
Francesca Woodman e l'Italia
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Un progetto di tesi realizzato dagli studenti di IED Roma che mette insieme design e sostenibilità
Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Nasce il primo museo indipendente d'arte contemporanea a Dubai. Un centro dedicato alla creatività che scorre nelle regioni del Golfo, alla ricerca delle trame che ne compongono l'identità
Sei architetti chef per una sera

Sei architetti chef per una sera

Succede a Venezia, in occasione di ArchichefNight 2018: martedì 20 novembre l’architettura si sposta ai fornelli
Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Una partnership green che guarda al futuro, per un uso efficiente delle risorse all’interno degli spazi espositivi, evitando sprechi energetici
70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi, omaggia l’universo dei prodotti targati Coop nel panorama delle proposte italiane