Gli edifici della City Hall realizzati dall'architetto Richard Meier - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Gli edifici della City Hall realizzati dall'architetto Richard Meier - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Gli edifici della City Hall realizzati dall'architetto Richard Meier - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Gli edifici della City Hall realizzati dall'architetto Richard Meier - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Gli edifici della City Hall realizzati dall'architetto Richard Meier - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Gli edifici della City Hall realizzati dall'architetto Richard Meier - Credits: Foto by: Fleur Beemster
L'Hotel Babylon - Credits: Foto by: Fleur Beemster
L'Hotel Bilderberg - Credits: Foto by: Fleur Beemster
L'Hotel Bilderberg - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Gemeentemuseum - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Il lago Hofvijver - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Il lago Hofvijver - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Il lago Hofvijver - Credits: Foto by: Fleur Beemster
Places

L’arte di Piet Mondrian invade L’Aia

Cento anni fa, in Olanda, nasceva il movimento De Stijl, anche detto Neoplasticismo. A fondarlo, con l'omonima rivista-manifesto, furono Theo van Doesburg e Piet Mondrian, che delinearono i tratti di un'arte sì astratta ma anche, per l'appunto, “plastica”, che si avvaleva semplicemente dei colori primari e delle forme geometriche elementari. Una corrente artistica che aboliva le classiche distinzioni tra le arti - Mondrian accomunava il jazz alle sue opere - e che ispirò generazioni di designer e architetti, oltre a presentare vari punti di incontro con il Bauhaus.

Oggi, a celebrarne il centenario é l'intera città de L'Aia, che per tutto il 2017 si trasformerà in una gigantesca opera diffusa di Mondrian. Vero protagonista dell'iniziativa sarà il lavoro degli artisti Madje Vollaers e Pascal Zwart dello Studio VZ, che hanno trasformato il celebre City Hall, il complesso di edifici progettato dall'architetto Richard Meier e sede del municipio cittadino, in un immenso quadro dell'artista. Ma le attrazioni saranno sparse in vari angoli della città, come il lago (o stagno) Hofvijver, punteggiato da piattaforme geometriche colorate.

Ad accompagnare poi l'enorme opera a cielo aperto saranno gli eventi organizzati dal Gemeentemuseum, che per questa occasione esporrà straordinariamente tutte le 300 opere dell'artista in suo possesso (generalmente prestate ad altri musei) nella mostra The Discovery of Mondriaan (dal 3 giugno al 24 settembre).

Inoltre, fino al 21 maggio, il museo ospiterà l'esposizione Piet Mondrian and Bart van der Leck, che attraverso 80 opere esplora il lavoro dei due artisti, analizzandone le reciproche influenze.

News
Apple Park, il nuovo campus firmato Steve Jobs e Foster + Partners
Products
Com’è fatto il nuovo Nokia 3310
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi