Gli interni di Humble - Credits: Courtesy of Child Studio
Humble - Credits: Courtesy of Child Studio
Gli interni di Humble - Credits: Courtesy of Child Studio
Gli interni di Humble - Credits: Courtesy of Child Studio
Gli interni di Humble - Credits: Courtesy of Child Studio
Humble - Credits: Courtesy of Child Studio
Da sinistra: Alexey Kostikov e Chieh Huang, designer di Child Studio - Credits: Courtesy of Child Studio
Un piatto del ristorante - Credits: Courtesy of Child Studio
Places

A Londra, il ristorante in formica rosa firmato Child Studio

Sulla King's Road, poco distante da dove Vivienne Westwood aprì nel 1974 lo storico negozio SEX, è nato da poco l'Humble Café, piccolo ristorante in formica rosa progettato da Child Studio.

Traendo ispirazione dalle subculture che animarono il quartiere durante il XX secolo – dai mods fino agli hippie, i punk e i New Romantics - Chieh Huang e Alexey Kostikov di Child Studio hanno pensato uno spazio dall'anima pop e al contempo rétro, che cita il design inglese degli anni Cinquanta e i Formica cafè, locali che servivano spuntini e bevande in interni modernisti e minimalisti, caratterizzati da superfici in laminato e toni pastello.

«Humble' è una fantasia sulla King's Road quando Vivienne Westwood stava creando la sua prima boutique, i Rolling Stones si davano appuntamento al celebre Chelsea Drugstore e la strada pullulava di hippie, punk e gente alla moda», hanno raccontato Alexey Kostikov e Chieh Huang.

Lo spazio, rivestito in formica rosa da parete a parete, è percorso da un motivo ritmico evidenziato da elementi in legno che attraversano il bancone e i tavoli del locale. I pavimenti sono animati da mosaici piastrellati, mentre le scaffalature sono realizzate in legno di ciliegio e punteggiate da neon. A dare un tocco vintage sono le lampade di metà secolo progettate da designer europei come Poul Henningsen, Jacques Biny e Luigi Massoni. La cucina a vista, incorniciata dai neon, consente di assistere alla produzione dei piatti, tutti vegetariani.

Il menù offre ricette ispirate alla tradizione italiana, con pizze vegane come quella di cavolfiore con tartufo e funghi, la Margherita con mozzarella vegana e un'interpretazione della Diavola con peperoni, oltre a insalate e minestre di stagione.