Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Quattropassi al Pescatore, Porto Cervo - Credits: Ph. Kate Berry
Places

Un ristorante con vista mare nel cuore di Porto Cervo


Il rinomato ristorante Quattropassi al Pescatore si trova nel cuore di Porto Cervo, nell’omonino hotel costruito negli anni Sessanta dal Principe Aga Khan.

A distanza di oltre 50 anni, la struttura è stata oggetto di intervento di recupero a cura di Blacksheep, studio multidisciplinare basato a Londra, fondato nel 2002 da Tim Mutton, che vanta prestigiose collaborazioni tra cui Ritz Carlton Hotels and Resorts e Mandarin Oriental Hotels.

Blacksheep ha scelto di preservare il carattere dell'architettura concentrandosi sui dettagli e introducendo nuovi elementi di design e arredi dall’animo classico. Gli spazi interni sono stati ridefiniti con sinuosi blocchi di travertino che danno vita al bar, al banco del pesce in bella vista e alla reception del ristorante. L’ambiente celebra il connubio con la natura circostante ed è contrassegnato da sospensioni in vetro, muri grezzi e con travi in legno a vista, piastrelle in terracotta, e sedute in legno custom made.

La terrazza con vista sul Mar Tirreno è punteggiata di tavoli, sedute e sospensioni intrecciate, e all’occorrenza si trasforma in una pista da ballo. I giardini che circondano il ristorante sono stati rivisitati introducendo essenze locali e la segnaletica è stata ridisegnata sulla base del carattere originale disegnato a mano e costruita in legno.

«Per questo progetto abbiamo voluto reinterpretare il tema degli anni Sessanta conferendo un twist contemporaneo», spiegano i progettisti. «L’idea è stata quella di combinare un design attuale con gli elementi idiosincratici dell'edificio originale».

Products
Il piatto Calendario Fornasetti per il 2019
Products
Una casa prefabbricata firmata Yves Béhar

You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Un progetto di tesi realizzato dagli studenti di IED Roma che mette insieme design e sostenibilità
Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Nasce il primo museo indipendente d'arte contemporanea a Dubai. Un centro dedicato alla creatività che scorre nelle regioni del Golfo, alla ricerca delle trame che ne compongono l'identità
Sei architetti chef per una sera

Sei architetti chef per una sera

Succede a Venezia, in occasione di ArchichefNight 2018: martedì 20 novembre l’architettura si sposta ai fornelli
Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Una partnership green che guarda al futuro, per un uso efficiente delle risorse all’interno degli spazi espositivi, evitando sprechi energetici
70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi, omaggia l’universo dei prodotti targati Coop nel panorama delle proposte italiane